SEI IN > VIVERE SAN BENEDETTO > LAVORO
comunicato stampa

Ospedale, NurSind-USB: "5 OSS trasferite con un messaggio su WhatsApp, diffidiamo la Direzione"

2' di lettura
194

da NurSind AP Maurizio Pelosi
USB AP Mauro Giuliani


cellulare smartphone

Con la presente, i Sindacati USB e NurSind esprimono la propria ferma condanna in merito alla comunicazione inviata, venerdì 7 giugno, via WhatsApp a n. 5 operatrici socio sanitarie (OSS) in forza presso la Geriatria del presidio ospedaliero di San Benedetto del Tronto.

La suddetta comunicazione, che dispone il trasferimento delle OSS ad altri reparti senza alcuna formale comunicazione scritta e motivata, rappresenta una palese violazione dei diritti contrattuali e delle prerogative tutelate dalle vigenti normative.

In piu, segnaliamo che è già stato redatto un turno di lavoro del mese di giugno che esso si', rappresenta un ordine di servizio e che non può essere modificato in itinere.

Riteniamo inaccettabile che la Direzione abbia adottato un simile provvedimento, utilizzando un canale del tutto illegittimo (wapp) senza alcun rispetto nei confronti delle lavoratrici, che hanno dei diritti che non possono essere calpestati!

Desideriamo evidenziare che le OSS in questione, avendo un contratto individuale a tempo indeterminato o determinato, non possono essere destinate ad altri reparti senza una specifica comunicazione scritta e motivata, come sancito dall'art. 2103 c.c. comma 8.

Alla luce di quanto sopra esposto, i Sindacati USB e NurSind, diffidano la Direzione Generale il Direttore delle Professioni Infermieristiche e ostetriche e la Direzione Infermieristica a:

  • Revocare immediatamente la disposizione informale di "prelevare" 5 OSS dalla UO Geriatria;
  • Riconoscere e rispettare le prerogative contrattuali del personale OSS;
  • Astenersi in futuro dall'adottare provvedimenti unilaterali e lesivi dei diritti dei lavoratori.

In caso di mancato rispetto di quanto sopra, i Sindacati USB e NurSind si riserveranno di intraprendere ogni opportuna azione a tutela dei diritti delle lavoratrici interessate, ivi compreso il ricorso all'azione legale.

Rimaniamo a disposizione per un incontro urgente al fine di dirimere la questione in modo costruttivo e nel rispetto dei diritti di tutte le parti in causa.



cellulare smartphone

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-06-2024 alle 09:04 sul giornale del 10 giugno 2024 - 194 letture






qrcode