SEI IN > VIVERE SAN BENEDETTO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Questione Natura: "La Riviera delle anatre morte"

2' di lettura
72

da Il Presidente Roberto Cameli
Cristian Spinozzi
Questione Natura APS


Il Torrente Albula è una delle arterie principali della città di San Benedetto del Tronto. Collega la Nazionale al ponte di Viale Trieste, ovvero uno dei viali più frequentati ogni giorno. L'Albula rappresenta la via più diretta al mare e verso il centro urbano.

Da un anno la cittadinanza ha riconosciuto con entusiasmo la presenza di una numerosa colonia di anatre che ha scelto di vivere nell'alveolo. Sono animali che necessitano non solo di acqua, ma anche di zone verdi utili per la mimetizzazione, per la nidificazione e per l'alimentazione naturale. E' strano perciò sforzarsi di comprendere per quale motivo il servizio dei lavori pubblici abbia raso a zero i due tratti di strada che costeggiano il torrente, ricoperti da piante ed erba fino a pochi giorni fa. E' paradossale anche osservare che persino le piante cresciute sotto il corso d'acqua siano state sradicate. Sarebbe lecito aspettarsi che questi periodici lavori di pulizia vengano eseguiti con una metodologia mirata alla protezione della fauna, così come sancisce la legge.

Non è stato così. Le anatre, vedendo la loro casa stravolta, hanno iniziato a disperdersi arrivando più volte a cercare del fogliame vicino all’asfalto del ponte dove nella mattinata del 21 Marzo hanno trovato la morte. 2 anatre investite in due momenti diversi da parte di sciagurati automobilisti che hanno proseguito la loro corsa. La coppia aveva deposto delle uova nello spartitraffico adiacente all'incidente. L’Amministrazione Comunale è stata più volte coinvolta dai cittadini per l’attuazione di misure di sicurezza senza avere una effettiva collaborazione a lungo termine, anzi, ha dimostrato una scarsa considerazione continuando a ritenere queste anatre come animali di passaggio. L’Albula è la loro casa ed è giusto che venga riconosciuta come tale.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-03-2024 alle 15:29 sul giornale del 26 marzo 2024 - 72 letture






qrcode