SEI IN > VIVERE SAN BENEDETTO > LAVORO
comunicato stampa

Porto d'Ascoli, infortunio sul lavoro: donna perde due dita della mano

2' di lettura
90

da Guido Bianchini
Presidente Comitato Inail Ascoli Piceno


Si è appreso di un infortunio sul lavoro, avvenuto, giovedì mattina, in uno stabilimento industriale di Porto d’Ascoli, dove una donna ha perso due dita di una mano mentre operava su un macchinario.

La lavoratrice è stata trasportata, d’urgenza, all’Ospedale Torrette di Ancona, in eliambulanza.

Sarà ora compito di vigilanza e controlli analizzare l’accaduto e le eventuali responsabilità.

Si ricorda che nel 2023, nella regione Marche sono stati denunciati all’Inail 16.918 infortuni con una diminuzione del 9.9% sull’anno precedente.

La vicenda odierna evidenzia come occorra mantenere una vigilanza costante oltre ad implementare strategie e azioni specifiche.

La diminuzione registrata lo scorso anno non deve trarci in inganno. Anche sulle differenze di genere abbiamo avuto, per le donne, una diminuzione del 20,3% (uomini – 3,1%).

La sicurezza sul lavoro è un obiettivo fondamentale dell’Inail.

Si evidenzia come gli Infortuni sul lavoro sono aumentati, nello scorso anno, nel manifatturiero (+2,7%); mentre nello specifico nelle Industrie alimentari si è passati dai 194 casi, del 2022, ai 240 dello scorso anno (+23.7%).

Il mondo del lavoro presenta una situazione sempre più complessa e contraddittoria dove, spesso, c’è la mancanza di una corretta In-Formazione nonché sui diritti del cittadino e sui percorsi per ottenere i giusti indennizzi economici a titolo risarcitorio per gli eventi lesivi.

Vi è una scarsa consapevolezza da parte dei lavoratori dei loro diritti e delle opportunità di tutela; spesso eventi, anche di leggera entità, non ha un’immediata segnalazione al medico o al Pronto Soccorso.

Molte volte il lavoratore ha una conoscenza appena sufficiente sul ruolo dell’Inail, come siano previsti indennizzi economici risarcitori per gli eventi lesivi.

C’è la necessità di una maggiore diffusione della conoscenza delle forme di tutela offerte dall’Istituto, di una maggior consapevolezza dei potenziali rischi presenti nell’attività lavorativa, con un approccio orientato alla protezione e alla prevenzione.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-02-2024 alle 17:34 sul giornale del 16 febbraio 2024 - 90 letture






qrcode