SEI IN > VIVERE SAN BENEDETTO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Presentato il progetto “6 dimore in cerca d’autore”

5' di lettura
106

da Organizzatori


Sei splendide dimore storiche della Vallata del Tronto diventano protagoniste del progetto di valorizzazione e promozione turistica “6 dimore in cerca d’autore” che trae la sua forza dalla potenza evocativa del cinema. Sei cortometraggi ambientati in sei dimore storiche, alcune ancora in fase di restauro post sisma, prodotti da giovani professionisti locali, per valorizzarle con un linguaggio coinvolgente e contemporaneo.

Questo è stato il tema della conferenza stampa svoltasi al Borgo Storico Seghetti Panichi di Castel di Lama alla presenza di svariate autorità e addetti ai lavori. Dopo l’iniziale visita alla splendida dimora lamense, curata dalla titolare Stefania Pignatelli con l’apporto importantissimo dell’architetto Fabio Viviani, la conferenza ha preso il via con il saluto di Alessio Lossano presidente del Gruppo Appy, impresa capofila del progetto. In merito all’obiettivo del progetto Alessio Lossano, presidente del Gruppo Appy, azienda capofila del
progetto, aggiunge: «Lo scopo di “6 dimore in cerca d’autore” è quello di far conoscere al pubblico il valore inestimabile delle dimore storiche e di tutto il territorio
Piceno. Il futuro dei cortometraggi è quello di far parte della promozione cine-turistica con la presentazione a Festival importanti, con l’intento di riuscire ad espandere il
progetto anche ad altre dimore storiche della Regione Marche». Lossano ha poi portato i saluti del presidente di Piceni Art for job, Sandro Angelini, assente per
motivi di salute. Stefania Pignatelli, coordinatrice delle dimore storiche del progetto e proprietaria del Borgo Seghetti Panichi, sul cortometraggio “Giardino cielo terra” ha
dichiarato: «Le riprese sono iniziate con un sopralluogo iniziale da parte del regista Paolo Consorti e dello sceneggiatore che hanno immediatamente capito la potenza
ambientale e naturalistica del Borgo Storico. Il cortometraggio infatti unisce la storia ottocentesca del creatore del giardino Ludwig Winter a quella contemporanea di un
gruppo di visitatori in gita». Di seguito, Stefania Pignatelli ha parlato dell’importanza delle dimore storiche picene nell’offerta turistica regionale, ricordando anche di tutto
il patrimonio che ancora non è agibile a causa del sisma del 2016.
Successivamente, si sono alternati al microfono Damiano Giacomelli di Yuk Film e Giordano Viozzi di Sushiadv, produttori esecutivi dell’opera, Anna Olivucci, esperta
di cinema ed ex direttrice di Marche Film Commission e Giacomo Andreani di Expirit srl, agenzia turistica che promuove e vende il territorio marchigiano (era presente
anche Claudia Grandinetti). Per la parte politica erano presenti l’onorevole Giorgia Latini e il consigliere regionale Carlo Ciccioli (fautore della Legge Regionale 30 sulle dimore storiche) che hanno evidenziato come la Regione Marche sia partner di questo progetto in quanto crede nella sua validità, mentre l’onorevole Latini si è fatta
garante della considerazione che progetti di questo valore avranno nel nuovo Governo. Inoltre, erano presenti in sala l’assessora agli eventi del comune di Ascoli
Piceno Monia Vallesi, le assessore del comune di Offida Isabella Bosano e Cristina Capriotti e anche Michela Carbonari di Curious Italia di Pesaro. L’obiettivo del
progetto è quello di essere uno stimolo per il territorio a ripartire dalla propria cultura e dalla propria storia, che è anche la storia delle dimore, esaltandone le peculiarità
architettoniche e le eccellenze artistiche, al fine di rafforzare la propria identità culturale e dare risalto all’intera provincia di Ascoli Piceno. Il progetto nasce
dall’unione di tre realtà dell’imprenditoria, che hanno deciso di fare rete: Gruppo Appy, agenzia di marketing specializzata nella ripresa delle aziende del territorio,
Borgo Storico Seghetti Panichi, rappresentato da Stefania Pignatelli - coordinatrice del circuito delle dimore storiche della Vallata del Tronto e delle associazioni
coinvolte operanti nel campo della tutela e valorizzazione di dimore e giardini storici - e lo studio fotografico FForFake Comunicazione Visiva di Marco Biancucci.

Le dimore coinvolte sono:
- Palazzo Saladini di Rovetino (centro storico di Ascoli Piceno), la prima dimora a diventare protagonista del corto “La Cortese”, regia di Federica Biondi,
scritto da Leonardo Accattoli; - Palazzo Recchi Franceschini (Castignano), location di “La Ruota” diretto da Giordano Viozzi con la sceneggiatura di Claudio Balboni;
- a Palazzo Bufalari (Offida) è stata girata la dramedy “Come Monicelli”, cortometraggio tratto dalla sceneggiatura di Emanuele Mochi;
- Castel di Luco (Acquasanta Terme), dove è stato girato il cortometraggio “L’amore non cantarlo” diretto da Edoardo Ferraro e scritto da Leonardo
Accattoli, una commedia silenziosa sul tema del matrimonio;
- Borgo Storico Seghetti Panichi (Castel di Lama) set di “Giardino cielo terra”, un corto di Paolo Consorti, scritto da Emanuele Mochi;
- Villa Cicchi (Abbazia di Rosara - Ascoli Piceno), location dell’ultimo cortometraggio girato, “Quando arriva l’estate” diretto da Gianluca Santori e
scritto da Claudio Balboni.
Il progetto è quindi finalizzato alla realizzazione di una serie di attività di promozione turistica innovativa e di qualità, come la creazione di itinerari turistici promossi a
livello internazionale dal Expirit, società di destination marketing specializzata nella valorizzazione delle aree rurali e dei borghi italiani.

La coproduzione tra Piceni Art For Job - rappresentato dal presidente Sandro Angelini, Yuk!Film di Damiano Giacomelli e Sushiadv. di Giordano Viozzi, ha reso
possibile il coinvolgimento di professionisti locali tra cui tre diversi sceneggiatori, sei registi e moltissime maestranze marchigiane.

Attraverso i valori dell’autenticità, la riscoperta del locale, e soprattutto grazie al matrimonio con la filiera cinematografica, sarà possibile proiettare il prodotto turistico
sui mercati internazionali e offrire una fruizione tutta nuova del territorio. In questo contesto, le dimore storiche saranno il fiore all'occhiello di un sistema di accoglienza
turistica che si fonda sulla qualità culturale.
Importanti partner di progetto sono CNA Cinema e Audiovisivo Marche, l’associazione Dimore Storiche Italiane – Sezione Marche, impegnata nella tutela e
valorizzazione del patrimonio storico - artistico delle Marche, l’Associazione Garden Club La Marca Verde, specializzata nella valorizzazione di giardini e luoghi verdi del
Piceno e Piceni TV, web TV specializzata nei reportage di approfondimento dedicati alle risorse culturali del Piceno e delle Marche.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-10-2022 alle 19:07 sul giornale del 21 ottobre 2022 - 106 letture






qrcode