Italiani: popolo legato ad antiche tradizioni e superstizioni

3' di lettura 25/07/2022 - La storia insegna che il popolo degli italiani è molto legato ad antiche tradizioni, ma soprattutto, a particolari superstizioni, che ancora oggi esistono. D’altra parte, sappiamo che le figure degli stregoni, dei maghi e dei santoni erano presenti fin dalla nascita di tutte le più antiche civiltà.

Per gli italiani la superstizione e la scaramanzia sono dei concetti ancora esistenti e legati principalmente al mondo del gioco. Oggi, infatti, la scaramanzia degli italiani si riversa su uno dei giochi più amati di sempre, il Lotto.

Attualmente, esistono anche numerosi siti lotterie dove poter giocare direttamente online.

In Italia sono anche molto diffusi i giochi con le carte, con una storia molto antica che si tramanda fino ai giorni nostri. In particolare, la scaramanzia legata al gioco è un concetto molto radicato nelle antiche tradizioni napoletane, dove le combinazioni di numeri e l’interpretazione dei segni, diventano fondamentali per sfidare la sorte al gioco.


L’impatto della scaramanzia sulle persone

I concetti di superstizione e scaramanzia col passare del tempo hanno influenzato notevolmente i comportamenti e i modi di pensare di tantissime persone. Secondo alcuni studi specifici, infatti, è possibile analizzare dati molto rilevanti sulla presenza di persone superstiziose in Italia. Ad esempio, nel nostro paese oltre il 58% degli italiani crede nella “sfortuna” e nella buona sorte.

Dalle statistiche analizzate, inoltre, si nota che la concentrazione maggiore di credenze scaramantiche è relativa al Centro – Sud dell’Italia. Vediamo, quindi, quali sono alcune delle superstizioni e delle credenze popolari più diffuse nel nostro paese.

Regalare le scarpe

Regalare le scarpe ad un nostro perente, conoscente o amico, per alcune persone superstiziose porta sfortuna.

In realtà, questa è una credenza che non appartiene solo agli italiani, ma è molto diffusa anche nel resto dell’Europa.

Si dice che quando si regalano le scarpe a qualcuno, si tende a volerlo allontanare da noi e quindi, non viene visto dai superstiziosi come un gesto positivo e di buon augurio.

Venerdì 17

Un’altra credenza legata alle superstizioni antiche del popolo italiano e di altri popoli del mondo, è quella relativa al venerdì 17.

Secondo alcuni, pare che questo giorno porti sfortuna, ed è una superstizione molto diffusa in tutto il mondo.


Rottura dello specchio

Anche la rottura degli specchi viene vista dai superstiziosi come un evento sfortunato, addirittura, si dice che se si rompe uno specchio si avranno almeno 7 anni di sfiga.

Passare sotto la scala

Secondo alcune persone superstiziose, se si cammina per strada e per caso si incrocia una scala aperta, è preferibile non passarci sotto, poiché porta sfortuna.

Anche questa credenza è molto diffusa ancora oggi.


Altre usanza scaramantiche

Molte persone superstiziose sono legate ad oggetti particolari che secondo antiche tradizioni, si rivelano potenti amuleti porta fortuna, come ad esempio, il peperoncino. Si dice anche che, mangiare le lenticchie a Capodanno porti molta fortuna e denaro. Anche il gatto nero, secondo antiche superstizioni risalenti al Medio Evo, si pensa che possa portare sfortuna e non viene considerato come un animale di buon auspicio.






Questo è un articolo pubblicato il 25-07-2022 alle 23:20 sul giornale del 25 luglio 2022 - 8 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dhyX


logoEV