Grottammare: disperso in mare. Recuperato dalla Guardia Costiera

2' di lettura 24/06/2022 - Sono da poco passate le 14:30 di venerdì 24 giugno, quando lo skipper di una barca a vela in transito a largo delle coste picene avvista un corpo in galleggiamento.

Sarebbe potuta essere una normale fotografia dell’estate appena iniziata. Se non fosse che il nuotatore, naufrago, si trovava ad oltre tre chilometri dalla costa. In ipotermia ed in evidente stato confusionale, probabilmente riconducibile allo shock. Ancora vestito.

Capito la gravità della situazione, lo skipper contatta direttamente la Sala Operativa della Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto. Immediata l’assunzione del coordinamento delle attività di soccorso ed il contestuale invio in zona di due mezzi nautici del dispositivo Search and Rescue: la Motovedetta CP 843 – operativa ogni giorno dell’anno e capace di intervenire con ogni condizione meteomarina – ed il gommone veloce GC 140. In meno di 10 minuti, i due mezzi raggiungono la zona di operazioni e traggono in salvo il naufrago: un uomo, italiano, di una trentina d’anni.

Dopo il recupero, alla massima velocità verso il porto dove, ad attendere il malcapitato, una ambulanza del 118 per le assistenze sanitarie del caso. Ricevute le prime cure in banchina, per il naufrago si è reso necessario il trasferimento in ospedale.

Ancora tutta da chiarire la dinamica dell’evento. Gli inquirenti stanno conducendo le indagini.

Continua, intanto, l’intensa attività degli uomini della Guardia Costiera, impegnati nell’operazione “Mare Sicuro”.

Una operazione che si pone l’obiettivo di intensificare l’attività di controllo e la sicurezza lungo il nostro splendido litorale, per permettere che in estate si possa godere della bellezza dei nostri mari e delle nostre spiagge in condizioni di legalità e sicurezza.
Una operazione che si traduce in un servizio, un servizio reso all’insegna della prevenzione.
Sicurezza e legalità, dunque.
Ma anche attenzione al rispetto delle regole di comportamento ed alla disciplina del buon vivere civile”.

Con queste parole il Comandante della Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto – Capitano di Fregata Marco MANCINI – ha voluto commentare la stagione l’estate appena iniziata.

Fino ad oggi, sono stati diversi i soccorsi che abbiamo prestato a bagnanti e diportistiha aggiunto il Comandante. E molti di questi soccorsi sarebbero potuti essere evitati, se si fossero tenuti comportamenti più prudenti. Ora che il clou della stagione è arrivato, è giusto ribadire che proprio la prevenzione è la chiave di volta per ridurre le situazioni di pericolo in mare”.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere San Benedetto.
Per Whatsapp aggiungere il numero 351 8386415 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @viveresanbenedetto o cliccare su t.me/viveresanbenedtto.





Questo è un articolo pubblicato il 24-06-2022 alle 17:12 sul giornale del 25 giugno 2022 - 235 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dcRe





logoEV