Cupra Marittima: gli incontri con i registi Consorti e Montagner al Margherita

3' di lettura 26/05/2022 - Dopo una stagione tutt'altro che facile, saranno due importanti autori, molto diversi tra loro, a concludere la vivace stagione di ospiti al Cinema Margherita.

Il venerdì 27 maggio alle 21,15 l'appuntamento è con l'amico del Margherita, Paolo Consorti, regista sambenedettese che dopo aver fatto bottino di prestigiosi riconoscimenti in giro per il mondo, arriva nel Piceno con Havana Kyrie.
La pellicola, infatti, ha ricevuto numerosi premi come MIGLIOR FILM presso festival internazionali come il Chicago Film Award 2020, Global Indian Film Festival 2020, European Cinema Festival Madrid, Festival de Cine Independiente San Antonio 2021 e il World Festival Corrientes Argentina del 2021, oltre a Menzioni Speciali.
Franco Nero, protagonista del film, ha ricevuto per la sua interpretazione, il premio Anna Magnani come miglior Attore internazionale. Altri grandi attori nel cast, oltre a Franco Nero, sono Ron Perlman, Jorge Perugorria e, tra gli italiani, Luca Lionello e Federico Pacifici.

La storia. Un vecchio maestro rossiniano in crisi, si ritrova, suo malgrado, a dirigere un coro di bambini a L’Avana. Il suo carattere burbero e austero dovrà fare i conti con i colori e l’allegria cubana ma anche con un fugace, ma importante, passato vissuto nell’isola.

Paolo Consorti è il quinto autore marchigiano di respiro internazionale e nazionale ospite al cinema Margherita, una scelta non casuale, fatta per sottolineare il potenziale del nostro territorio e la presa di coscienza sulla bellezza e consapevolezza di un paesaggio unico da amare di più in tutti i suoi aspetti.
Si prosegue martedì 31 con il Pardo d’Oro al Locarno Film Festival assegnato a Francesco Montagner per Brotherhood, con orgoglio, la sala di Cupra Marittima lo accoglie nel tour italiano dopo l'assegnazione del massimo riconoscimento della sezione Cineasti del presente. L'appuntamento è per 31 maggio alle 21,15 quando sarà lo stesso regista a presentarlo in sala rispondendo alle domande del pubblico. Sono previste anche altre due proiezioni del film, lunedì e mercoledì alle 19.15.

Tre fratelli bosniaci, liberi dalla presenza di un padre autoritario, lottano per diventare uomini, affrontando un destino apparentemente segnato.

Un docufilm che ha coinvolto il regista in 4 anni di riprese. Francesco Montagner infatti si è recato nel villaggio della famiglia Delić dopo aver saputo da un servizio televisivo di quei ragazzi lasciati soli dal un padre integralista e severo tanto da essere accusato di terrorismo. Si tratta, pertanto, di un film sull'adolescenza e sulla lotta di tre fratelli per affermare se stessi fino a raggiungere la virilità in un ambiente ostile.

Francesco Montagner, classe 1989, è docente di regia del documentario nella più importante scuola di cinema di Praga, il FAMU, dove si è anche diplomato. Nel 2014 ha diretto e prodotto "Animata resistenza" documentario su Simone Massi, premiato con il Venice Classics Award per il miglior documentario sul cinema.

Il cinema Margherita chiude, con il prestigioso ospite Francesco Montegner, la rassegna di appuntamenti in presenza. Che ha visto importanti registi ma anche tante iniziative ed approfondimenti in ambito sociale, nonché proiezioni per ragazzi autistici e proiezioni a tema, come la celebrazione dei 100 anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-05-2022 alle 15:58 sul giornale del 27 maggio 2022 - 111 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, comune di Cupramarittima, cinema Cupramarittima, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c9jN





logoEV
logoEV