Arretramento della ferrovia e A14: incontro lunedì all'auditorium comunale

arretramento ferrovia 2' di lettura 18/05/2022 - L'arretramento della ferrovia, quello dell'autostrada A 14 e il ruolo dei corpi intermedi. Sono questi i temi intersecantesi che verranno discussi lunedì 23 maggio alle ore 17,45 presso l'auditorium comunale di San Benedetto del Tronto.

L'evento è stato organizzato dalla Fondazione San Giacomo della Marca che, come corpo intermedio, ha lanciato mesi fa alcune proposte circa una possibile nuova viabilità nella nostra Regione. Un contributo dal basso offerto alla politica e ai suoi decisori. Titolo dell'incontro: Marche: quali infrastrutture di trasporto per uno sviluppo sostenibile – le richieste delle comunità locali. Ne parleranno Alberto Romagnoli - Presidente Ordine degli Ingegneri di Ancona, Giorgio Andreani - Segretario UIL Trasporti Marche, Stefania Signorini - Sindaco di Falconara - area centro nord Marche, Antonio Spazzafumo - Sindaco di San Benedetto del Tronto - area centro Sud Marche, Lanfranco Senn - Università Bocconi Milano, Francesco Acquaroli - Presidente Regione Marche. Le conclusioni saranno tratte dal prof. Giorgio Vittadini a partire dalla recente ricerca "Una Società di persone? I corpi intermedi nella democrazia di oggi e di domani".

La ricerca divenuta un libro cerca di rispondere alle domande come sta cambiando la partecipazione degli italiani alla vita pubblica e alla vita sociale del Paese? e che cosa ha determinato la profonda crisi che realtà quali enti del Terzo settore, associazionismo, soggetti di rappresentanza, autonomie funzionali, affrontano da tempo in Italia? Argomenti importanti e in linea con l'impegno della Fondazione San Giacomo della Marca. Nell'introduzione, il presidente della Fondazione, Massimo Valentini, tornerà sul progetto delle ferrovie per la velocizzazione delle linea adriatica, che entro il 2024 porterà i treni a 200 km all'ora dentro ai centri abitati della costa marchigiana con un loro passaggio di treno ogni 8 minuti. Altro argomento che verrà affrontato sarà quello dell'autostrada.

«La nostra costa – ha ribadito più volte Valentini - ha un gravissimo problema di sostenibilità per la pressione ambientale indotta dalla concentrazione di tutte le direttrice di comunicazione nazionale sullo strettissimo lembo di terra tra la prima collina e il mare. Così pure le aree interne hanno un gravissimo problema di sostenibilità dato dall'abbandono progressivo di queste aree. Per frenare questo declino da 30 anni tutte le componenti sociali chiedono il completamento della Mezzina intervalliva. Chiedere l'arretramento ferroviario e l'arretramento autostradale sul tracciato della Mezzina risponde a questa duplice necessità della sostenibilità sia per la costa che per le aree interne».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-05-2022 alle 19:40 sul giornale del 19 maggio 2022 - 136 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, arretramento ferrovia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c76q





logoEV
logoEV