SEI IN > VIVERE SAN BENEDETTO > POLITICA
comunicato stampa

Medicina D’Urgenza: Urbinati, "Infinite difficoltà a San Benedetto. E prosegue la presa in giro dell’ospedale di 1 livello su due plessi"

1' di lettura
138

da Fabio Urbinati
Consigliere Regionale Italia Viva


Le “toppe” della Regione Marche ad un reparto che per anni è stato il cuore dell’emergenza-urgenza del Sud delle Marche non stanno portando benefici tangibili. Purtroppo il sostegno delle Cooperative private è totalmente fallito e non ha neppure alleviato le gravi carenze emerse nell’anno 2021.

Dalle dinamiche regionali temiamo che queste difficoltà siano dovute non solo alla pandemia, ma anche e soprattutto ad una chiara volontà della Regione Marche e dei suoi vertici che si è chiaramente palesata con il Piano Regionale di edilizia sanitaria che non prevede nessuna risorsa per il Madonna del Soccorso.

Quindi da oltre sei mesi l’ospedale sambenedettese non può usufruire del suo reparto di medicina d’urgenza.

Una situazione su cui purtroppo regna un silenzio colpevole.

Ci chiediamo cosa davvero la regione Marche stia mettendo in campo per questa vergognosa situazione all’ospedale di San Benedetto del Tronto?

Ora vedremo se al Madonna del Soccorso sarà assegnata qualche unità dei circa 18 medici del concorso effettuato in Area Vasta 2, medici che a breve dovrebbero prendere servizio e si spera non solo negli ospedali del nord delle Marche.

Intanto prosegue la presa in giro dell’Ospedale di 1 livello su due plessi. Quindi per Acquaroli e Saltamartini tutto resterà come prima, come se in questa regione nulla fosse accaduto. Resta quindi l’area vasta numero 5, quella stessa area vasta che nei suoi piani prevedeva per il Madonna del Soccorso una vocazione all’emergenza/urgenza.

Sappiano che il centro/sinistra a San Benedetto ha portato il reparto di MEDICINA D’URGENZA, mentre il Centro Destra lo sta chiudendo.

Cominciamo bene!



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-03-2022 alle 18:55 sul giornale del 02 marzo 2022 - 138 letture