Grottammare: stagione teatrale "Energie Vive 22" al via venerdì 28 gennaio con “Le tre vecchie”

4' di lettura 27/01/2022 - Prende il via venerdì 28 gennaio Energie Vive 2022, cartellone del Teatro delle Energie di Grottammare proposto dal Comune con l’Associazione Profili Artistici e l’AMAT e con il contributo di MiC e Regione Marche e con appuntamenti inseriti nell’ambito delle Celebrazioni del V Centenario della nascita di Sisto V promosse dalla Regione.

Presentato dal sindaco di Grottammare Enrico Piergallini con Eugenio Olivieri di Profili Artistici, Gino Troli e Gilberto Santini, presidente e direttore AMAT e con l’assessore regionale alla cultura Giorgia Latini, Energie Vive nasce dall’idea del coinvolgimento e della complicità delle forze culturali locali, anche attraverso la co-gestione dello spazio.

Cinque i titoli in cartellone, fino al 23 aprile. Apertura, venerdì 28 gennaio, con “Le tre vecchie” di Alejandro Jodorowsky realizzato dalla compagnia ascolana Teatro Cast con la regia di Alessandro Marinelli e interpretato da Rossana Candellori, Romana Romandini, Silvia Maria Speri e Elisa Maestri. In un ospedale psichiatrico, due vecchie sorelle vengono sottoposte a una seduta in cui sono invitate a ricordare il loro passato. Il loro atteggiamento è ostile e all’inizio entrambe tentano di falsificare gli eventi, fino a che cominciano a cedere e, come in un giallo, ripercorrono a ritroso i traumi e gli accadimenti dolorosi che le hanno segnate.

Sabato 12 febbraio la scena delle Energie è per una delle grandi interpreti del teatro italiano, Maddalena Crippa in “Armida”, tratta dalla Gerusalemme liberata di Torquato Tasso e con la drammaturgia di Peter Stein per il progetto di Sergio Maifredi per Teatro Pubblico Ligure “Il canto del Rinascimento Italiano” e inserito nell’ambito del progetto “Un ponte verso la modernità - Sisto V e il suo tempo”. I versi di Tasso diventano suono e acquistano corpo per seguire l’avventura intima e trascinante di Armida, la donna più bella mai vissuta sulla terra, dallo spirito vigoroso e l’intelligenza viva, con un talento per le arti magiche. Sotto le mura di Gerusalemme si compie il destino dell’amore invincibile per il suo nemico più temuto, Rinaldo.

Sabato 5 marzo Massimiliano Aceti, Matteo Nicoletta, Maurizio Bousso sono interpreti (e i primi due anche autori) della commedia “La Rivoluzione Delle Sedie” per la regia di Barbara Alesse. Capo del personale di un grande supermercato, Luca è inflessibile e autoritario. Quando Matteo, un cassiere, entra nel suo ufficio e con arroganza provocatoria avanza richieste bizzarre, Luca però non lo caccia via. Perché Matteo è su una sedia a rotelle. Attraverso un turbine di ritmo e divertimento, lo spettacolo, pluripremiato al debutto, svela l’ipocrisia e il senso di colpa dei normodotati verso chi è diverso.

Protagonista della serata di sabato 9 aprile è la compagnia Profili Artistici che, con la regia di Eugenio Olivieri, propone “Società Pegi 18” interpretato da Davide Ripani, Smeralda Straccia, Ilaria La Pasta e Flavia La Pasta. Lo spettacolo – scrive il regista – nasce per dare un messaggio politico e sociale che aiuti a riflettere sui nostri atteggiamenti riguardo ciò che ci circonda. In cima ad un grattacielo, tre donne commentano le proprie vite dedite al miglioramento della società. Fino a che un operaio dello stesso stabile non decide di mettersi in mezzo.

Ultimo nome in cartellone, sabato 23 aprile è quello di Paolo Rossi impegnato al Teatro delle Energie per un doppio appuntamento. Alle 18, per il progetto “Un ponte verso la modernità - Sisto V e il suo tempo”, Rossi racconta Rabelais. Dal punto di vista del celebre umanista rinascimentale francese alle cui pagine surreali si è sempre riferito Rossi ora rievoca i suoi incontri con quelli che sono stati (anche) i suoi grandi maestri Fo, Jannacci, Gaber, De André. A seguire, alle 21, affiancato dalle musiche dal vivo di Emanuele Dell’Aquila, Alex Orciari e Stefano Bembi, Rossi è protagonista di “Pane o libertà” in cui “Giocando con l’illusione di mettermi sul palco – dice – rievocherò i miei sogni lucidi, fatti di storie che aiutano a resistere, a scegliere tra il pane e la libertà, o a non scegliere proprio. Qualcosa che al mio essere chiamato comico dia una via di fuga verso un teatro sociale, nella poesia del buffo e della magia”.

Informazioni e biglietti: biglietti di posto unico in vendita a 10 euro alla Biglietteria del Teatro delle Energie (via Ischia, tel. 331 2693939) aperta il giorno di spettacolo dalle ore 19.30. Info e prevendite AMAT 071/2072439, on line su vivaticket.com.

Inizio ore 21.00.

Gli spettacoli si svolgono nel rispetto delle normative vigenti di sicurezza sanitaria. Ingresso a teatro consentito solo con Green Pass rafforzato e mascherina Ffp2.

In allegato PDF il programma.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2022 alle 15:29 sul giornale del 28 gennaio 2022 - 134 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, grottammare, Comune di Grottammare, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cHRj





logoEV