Il fenicottero rosa alla Sentina

2' di lettura 19/01/2022 - In questi giorni abbiamo parlato del disastroso incendio che ha rischiato di bruciare tutta la “Riserva Naturale Sentina” e che grazie al nostro pronto intervento e alla tenacia del presidente Roberto Cameli è stato domato nel migliore dei modi salvando uno dei posti più belli al mondo.

Ed è proprio per questo che oggi siamo qui a raccontarvi che la Sentina è anche vita. In una città come San Benedetto del Tronto - abbiamo battuto ogni record regionale diventando la città più cementificata delle Marche - questo pezzo di natura incontaminata e selvaggia simboleggiano tutta la bellezza e la vita che rappresenta l’esistenza di uno stile di vita alternativo e in sintonia con la natura.

Ed è proprio notando questo paradiso terrestre che un bellissimo esemplare di “Fenicottero Rosa” l’ha scelta come casa ed è più di 10 giorni che si rilassa negli stagni della Riserva, abbuffandosi di cibo, godendo del sole e delle tantissime persone che quotidianamente vanno a fargli visita. Questo per noi è un segnale bellissimo di una natura che, nonostante l’uomo, prospera e ci fa dei regali davvero unici.

E fa riflettere come un singolo Fenicottero Rosa sia capace di spostare migliaia di persone ed abbia un impatto così grande sull’economia: chi è che diceva che la “transizione ecologica” è nemica del progresso economico?

Alla fine dell’album potete trovare un serpente appena nato, che poteva essere vittima del fuoco doloso come successo a tanti altri quel giorno, e che invece simboleggia ancora di più la vita della Riserva perché lo abbiamo trovato subito dopo gli eventi disastrosi. Ci è sembrato un bellissimo segno del destino.

Adesso il piromane è in carcere, la natura comincerà a rimarginare le sue ferite e il Fenicottero Rosa è tornato ad essere la principale attrazione della Sentina.

Grazie a tutti voi per il vostro supporto, è bello volersi bene! Porto d’Ascoli emoziona.

P.S. Grazie a Veerle, perché ormai insieme ogni giorno andiamo a controllare se il fenicottero è ancora lì, il suo stato di salute e che non venga infastidito da nessuno!

Questione Natura, questione di priorità.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-01-2022 alle 15:09 sul giornale del 20 gennaio 2022 - 147 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cF9k





logoEV
logoEV