Prodotti di bellezza ed abbigliamento contraffatti, la Guardia di Finanza effettua sequestri in Riviera

2' di lettura 19/11/2021 - Proseguono senza sosta i controlli delle Fiamme Gialle del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ascoli Piceno nell’ambito del potenziato dispositivo per il contrasto alla contraffazione ed all’abusivismo commerciale, al fine di tutelare la salute dei consumatori ed il corretto funzionamento del mercato.

In tale ambito, mirati interventi sono stati eseguiti dai militari della Compagnia di San Benedetto del Tronto, che hanno portato al sequestro di diversi articoli in vendita presso noti esercizi commerciali ubicati nella cittadina rivierasca e la denuncia, a piede libero, di due imprenditori alla competente Procura della Repubblica. La prima operazione è stata eseguita nei confronti di un istituto di bellezza ed è stata svolta in sinergia con gli ispettori dell’Asur Marche, Area Vasta 5, con lo scopo prioritario di garantire la salute dei consumatori, assicurando la qualità dei prodotti utilizzati e la salubrità degli ambienti ove viene svolta l’attività imprenditoriale. L’attività ha consentito di acclarare violazioni in materia di sommerso da lavoro, commercializzazione di prodotti recanti marchi contraffatti o non sicuri e la rilevazione di violazioni alle disposizioni in materia di salute e sicurezza dei luoghi di lavoro e dei lavoratori.

L’ispezione ha portato al sequestro di centinaia di cosmetici destinati al Make-up, quali mascara, fondotinta e rossetti, contraffatti e, ancor più grave, decine di confezioni risultate scadute o con data di scadenza artatamente cancellata, reato punito con la reclusione da uno a cinque anni. Il secondo intervento ha interessato una ditta individuale, attiva nel settore del commercio al dettaglio di abbigliamento, che esibiva in vetrina - per la vendita - decine di articoli di noti brand quali Fendi, Moschino, Louis Vuitton, Gucci e Dior, che da un confronto con periti delle griffes coinvolte, sono risultati non originali e pertanto sono stati sottoposti a sequestro penale.

Tra gli oggetti sequestrati, anche profumi che, essendo destinati ad un contatto diretto con la pelle, si sarebbero potuti rilevare estremamente pericolosi per l’ignaro consumatore. L’attività ha permesso di svelare la filiera di acquisizione degli stessi prodotti e che, attraverso l’esame della documentazione contabile, consentirà alle Fiamme Gialle il vaglio della posizione fiscale dei soggetti coinvolti.

La Guardia di Finanza, quale forza di polizia economico-finanziaria si pone come un baluardo a contrasto della contraffazione e dell’abusivismo commerciale, tutela il “Made in Italy” e salvaguarda i cittadini dall’acquisto di prodotti non sicuri. Questi, sono solo alcuni degli ambiti operativi in cui il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ascoli Piceno è quotidianamente impegnato per contrastare la diffusione di prodotti non conformi rispetto agli standard di sicurezza e contribuire a garantire una protezione efficace dei consumatori e un mercato competitivo ove gli operatori economici onesti possono beneficiare di condizioni eque di concorrenza.








Questo è un articolo pubblicato il 19-11-2021 alle 09:58 sul giornale del 20 novembre 2021 - 144 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cu2Q





logoEV
logoEV