Ugl Salute: "No alla chiusura della Medicina d’Urgenza del Madonna del Soccorso. È tempo di scelte coraggiose"

1' di lettura 27/10/2021 - La Ugl Salute ritiene doveroso intervenire nuovamente sulla grave situazione del Pronto Soccorso e della Medicina d’Urgenza dell’Ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto del Tronto.

“Come purtroppo accade troppo spesso in Italia – dichiara Benito Rossi, Segretario Provinciale della Ugl Salute di Ascoli Piceno – le problematiche non vengono prevenute ma affrontate quando ormai risulta estremamente complicato porvi rimedio. Difatti la carenza degli organici è ormai cronica. La paventata chiusura della Medicina d’Urgenza, un reparto essenziale, sarebbe gravissima e produrrebbe una ripercussione negativa sull’intero territorio. I medici ed infermieri attualmente impegnati in entrambe le unità sono sottoposti a turni massacranti che mettono a rischio la qualità delle prestazioni e la salute degli stessi operatori sanitari. La possibilità di provare a tappare la falla con il ricorso ad esternalizzazioni non è percorribile. È quindi arrivato il momento che la Regione intervenga e solleciti Asur5 a formulare a intervenire concretamente in tempi rapidi per consentire alla medicina d’urgenza del Madonna del Soccorso di proseguire la propria attività al servizio dei cittadini”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-10-2021 alle 15:21 sul giornale del 28 ottobre 2021 - 119 letture

In questo articolo si parla di attualità, ugl, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cqMV





logoEV
logoEV