“Stella al Merito del lavoro” 2022, entro il 31 ottobre le candidature

2' di lettura 11/10/2021 - Il Consolato dei Maestri del Lavoro delle provincie di Ascoli Piceno e Fermo segnala che, entro il prossimo 31 ottobre, vanno inoltrate all’Ispettorato del lavoro delle Marche le candidature per il conferimento dell’onorificenza della “Stella al Merito del lavoro” 2022, che rappresenta l’omaggio e la pubblica testimonianza a quanti, attraverso le loro capacità, la loro fatica e l’ingegno hanno contribuito a migliorare e far progredire la società.

Trattasi peraltro di un evento con cui si intende celebrare “il lavoro” come valore fondante e costituzionalmente garantito del nostro Paese, tanto che le cerimonie per la consegna della decorazione ai soggetti insigniti si svolgono sempre il 1° maggio di ogni anno anche se così non è stato per quelle del 2020 e 2021, a causa dell’emergenza sanitaria in atto. Possono comunque aspirare alla decorazione i lavoratori dipendenti o pensionati, di ambo i sessi, occupati o già occupati in qualità di operai, quadri, impiegati e dirigenti in imprese private, qualunque sia il campo di produzione o di lavoro nel quale esercitano la propria attività, nonché dipendenti o ex dipendenti di aziende o stabilimenti dello Stato, delle Regioni, delle Province, dei Comuni e degli Enti Pubblici, non rientranti nei ruoli organici del personale della Pubblica Amministrazione. In particolare è necessario essere cittadini italiani; aver compiuto entro il 31 ottobre 2021 il 50° anno di età; essere stati occupati per un periodo minimo ed ininterrotto di 25 anni documentabili, alle dipendenze di una o di più aziende; aver dato vita a invenzioni o innovazioni nel campo tecnico e produttivo, migliorando l’efficienza degli strumenti, macchine e metodi di lavorazione; aver contribuito in modo originale al perfezionamento delle misure di sicurezza sul lavoro; essersi prodigati per istruire e preparare le nuove generazioni all’attività professionale; essersi particolarmente distinti per singolari meriti di professionalità, perizia, laboriosità e buona condotta morale.

Le istanze per il conferimento della decorazione possono essere avanzate su carta semplice dalle aziende o con autocandidatura diretta dei lavoratori, corredate da: autocertificazione di nascita; autocertificazione di cittadinanza italiana; attestato circa il servizio o i servizi prestati presso una o più aziende; attestato redatto dalla/e azienda/e evidenziando le doti di professionalità, di laboriosità, di condotta morale possedute dal lavoratore; curriculum vitae; autorizzazione al trattamento dei dati; fotocopia dell’estratto contributivo Inps. Il tutto da trasmettere tassativamente, entro il 31 ottobre, all’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Ancona tramite raccomandata (Via Luigi Ruggeri, n°5 6013-Ancona) o tramite e-mail: ITL.Ancona@ispettorato.gov.it, o Pec: itl.ancona@pec.ispettorato.gov.it. Ovviamente il Consolato dei Maestri del Lavoro (info: 3486408409 – 3358325194) è a disposizione degli interessati, siano essi aziende o lavoratori, per fornire la modulistica fac-simile e per un’eventuale assistenza nella predisposizione delle stesse istanze.


da Consolato Maestri del Lavoro Ascoli-Fermo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-10-2021 alle 16:58 sul giornale del 12 ottobre 2021 - 117 letture

In questo articolo si parla di lavoro, Consolato Maestri del Lavoro Ascoli-Fermo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cnM4





logoEV
logoEV