Monteprandone: secondo appuntamento del Festival Noir Piceno a cura di Alchimie d'Arte

2' di lettura 19/07/2021 - Sabato 24 Luglio ore 18.30 presso il Centro Pacetti di Centobuchi sala Auditorium Alchimie d’Arte, con il Patrocinio del Comune di Monteprandone, presenterà Ciro Pinto e la sua ultimissima opera letterario “Senza dolore” ediz. Laurana, vincitrice del premio Nebbia Gialla quarta edizione.

Ciro Pinto, napoletano, ex manager nel settore bancario e finanziario, dal 2011 si dedica alla scrittura.

Le sue pubblicazioni: Romanzi: Il problema di Ivana (2012), L’uomo che correva vicino al mare (2014), Gli occhiali di Sara (2015), Subway -Coautrice Rossella Gallucci- (2016), Il passero e l’Imperatore (2017), La casa di Posillipo (2019), Senza dolore (2020).

Silloge poetica: Di fossato in fossato -Coautrice Rossella Gallucci- (2016). Racconti: ha pubblicato in ebook alcuni racconti nel 2018 e nel 2019, un suo racconto è pubblicato in una rivista letteraria nel 2019, un altro su un quotidiano nel 2020, e altri ancora in Antologie di autori vari.

Poesie: Molte sue poesie sono pubblicate in antologie di autori vari. Per le sue opere ha ricevuto molteplici riconoscimenti in vari Premi e Concorsi letterari.

In particolare con i romanzi ha vinto il Premio Camuni Graffiti 2014, il Premio Nabokov 2014, il Festival Giallo Garda 2017, il Festival Nebbia Gialla 2019, il Golden Holmes Award 2020. Si è classificato secondo al Premio Città di Siena 2020, è stato finalista al Premio Carver 2016. Per tutti gli altri riconoscimenti e per il dettaglio completo della sua biografia, si può consultare il suo sito: www.ciropinto.com

La storia: Vivere senza dolore, era questa la speranza di Isa Lodi, una giovane donna che era stata staffetta partigiana sull'Appennino Tosco-Emiliano durante la Resistenza. Ma un giorno di novembre del 1948 viene uccisa nel suo appartamento sui Navigli, strangolata con un giubbotto celeste ricavato dalla stoffa di un paracadute. A trovarla senza vita è il suo convivente, Ludovico Colzi, il tenente che sui monti si faceva chiamare Mosca. Qual è il mistero che si cela dietro questo crimine che sembra venire dagli anni della guerra? Parte così l'indagine degli uomini del Commissariato del Naviglio Grande, andando a ritroso nel tempo. Si scava nelle vicende della squadra del Mosca e negli strani incidenti accaduti. Ex partigiani e poliziotti alla ricerca del colpevole, inseguendo ricordi del passato e uomini che sembrano fantasmi.

Presenteranno e condurranno la serata Stefania Pompeo, la voce recitante sarà quella di Sara Palladini.

Il 24 luglio poi in contemporanea si aprirà la mostra al Pacetti di dipinti e sculture di 23 Artisti di grande livello, sempre curata da Alchimie d’Arte, che si protrarrà fino al 2 Agosto 2021. La prenotazione è obbligatoria per info tel. 3285546583








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-07-2021 alle 12:11 sul giornale del 20 luglio 2021 - 136 letture

In questo articolo si parla di cultura, monteprandone, Comune di Monteprandone, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ca47





logoEV
logoEV