Una “Cavalleria Rusticana” che evoca ricordi a San Benedetto

2' di lettura 14/07/2021 - In Piazza Bice Piacentini, nel Paese Alto di San Benedetto del Tronto, questa estate sarà possibile assistere, sabato 17 e domenica 18 luglio, alla riduzione e adattamento per canto, quartetto d’archi, pianoforte e voce narrante dell’ Opera di Pietro Mascagni “Cavalleria Rusticana”.

Questo evento ci da l’occasione per ricordare i trascorsi del celebre compositore nel nostro territorio.

Come noto Pietro Mascagni (Livorno 7 dicembre 1863 – Roma 2 agosto 1945), visse a cavallo tra ottocento e novecento ed ebbe un successo formidabile nel 1890 col suo primo capolavoro, che fu proprio “Cavalleria rusticana”.

La prima visita nel Piceno del musicista avvenne in occasione dei festeggiamenti per l’inaugurazione del tronco ferroviario Ascoli – San Benedetto (1 e 2 maggio 1886), durante i quali era prevista l’esibizione della “Compagnia italiana di operette comiche” diretta da Ciro Scognamiglio, il cui corpo orchestrale era allora diretto dal ventitreenne compositore livornese.

Durante la permanenza in Ascoli, la compagnia si sciolse per difficoltà economiche e Mascagni, in gravi difficoltà finanziarie, fu ospitato in casa della famiglia Galeazzi.

Mascagni fu di nuovo ad Ascoli nel 1896 quando, in occasione del cinquantenario del Teatro Ventidio Basso, su invito di Reginaldo e Giuseppe Galeazzo Galeazzi, venne a dirigere per due sere la Filarmonica Ascolana nell’esecuzione della sua opera “L’amico Fritz”.

Altra visita testimoniata nel nostro territorio avvenne nel 1932 quando Mascagni fu ospite, assieme alla moglie Lina, a San Benedetto del Tronto nel villino Chauvet, di proprietà dei coniugi Vincenzo Bellezza e Clary Zannoni Chauvet.

Furono momenti di allegria trascorsi assieme ai Bellezza, al tenore Giuseppe De Luca e a molti aristocratici del luogo, caratterizzati da eccellenti cene a base di brodetto presso il Grande Albergo Bagni e da una serata trascorsa nel mastio della fortezza di Acquaviva Picena.

In foto: Grande Albergo Bagni, San Benedetto del Tronto estate 1932, galà in onore di Pietro Mascagni
(foto con autografo del Baritono Giuseppe De Luca e del Maestro Vincenzo Bellezza)
Da sinistra l’avvocato Gaetano Catenacci, seduti Giuseppe De Luca, Lina Mascagni, Pietro Mascagni, Giulia De Luca, il Dr. Rodolfo Piattelli, l’architetto Vincenzo Pilotti (Marino del Tronto 1872 – Ascoli Piceno 1956, professore ordinario di architettura all’università di Pisa, intimo amico di Giacomo Puccini per il quale costruì la villa di Viareggio e la tomba di Torre del Lago); dietro i Mascagni in piedi Vincenzo Bellezza e a fianco seduta Clary Bellezza; dietro i Bellezza Gino, Imelda, Lidia e Maria Flajani. In fondo a sinistra il gestore del Grande Albergo Bagni (dal 1924 al 1933), Imperio Ricchi.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-07-2021 alle 16:02 sul giornale del 15 luglio 2021 - 185 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/caml





logoEV
logoEV