Grottammare: “Per Olivia”, raccolti 350 kg di olio esausto

3' di lettura 23/01/2021 - La campagna informativa che sostiene l’economia circolare conquista la cittadinanza

Oltre 350 kg di olio consegnati nell’ambito del progetto “Per Olivia”, la campagna informativa per la raccolta differenziata degli oli vegetali esausti che si è chiusa giovedì mattina, dopo due giornate di attività all’interno del mercato settimanale cittadino. Adesione che può essere sempre rinnovata, usufruendo dei 9 punti di raccolta dislocati sul territorio comunale (segue elenco). Organizzata dal comune di Grottammare, in collaborazione con PicenAmbiente e l’azienda Adriatica Oli di Montecosaro, l’iniziativa ha richiamato all’info-point allestito in piazza Fazzini centinaia di persone che, in cambio della consegna dell’olio esausto proveniente dalle proprie cucine, ha ricevuto in omaggio un sapone per il bucato di fattura artigianale realizzato dal laboratorio Civico Verde Grottammare gestito da Legambiente Marche.

“L’omaggio è stato prodotto da persone in condizioni di fragilità e realizzato mediante il riutilizzo dello stesso olio esausto, in un’ottica di economia circolare – fanno sapere gli organizzatori nel documentare l’esito della campagna -. Grande è stata la partecipazione dei grottammaresi, che ancora una volta hanno dimostrato la propria sensibilità per l’ambiente. Nell’arco delle due giornate, infatti, sono stati centinaia i cittadini che hanno fatto tappa all’info-point e, grazie al loro gesto virtuoso, sono stati raccolti oltre 350 kg di olio vegetale esausto”.

Un risultato importantissimo: se gettato negli scarichi domestici o disperso in natura, l’olio vegetale esausto causa gravissimi danni non solo all’ambiente, ma anche alle fognature e agli impianti di depurazione. “Per questo motivo – aggiungono - è fondamentale educare le famiglie alla sua corretta raccolta differenziata, affinché anche questo diventi un comportamento abitudinario al pari di altri rifiuti come carta o plastica. L’olio, oltretutto, una volta raccolto e avviato al recupero può essere trasformato in nuove e utilissime risorse come distaccanti per edilizia, vernici, inchiostri, saponi, prodotti per la cosmesi, nuova energia e biodiesel. Un gesto semplice, quindi, ma che fa davvero una grande differenza!”.

Da diversi anni, la Città di Grottammare promuove la raccolta differenziata degli oli di provenienza domestica. Attualmente, i contenitori stradali “Olivia” sono 9, posizionati nelle seguenti vie:

1. via C. A. Dalla Chiesa

2. via Leonardo Da Vinci

3. via Crucioli – stazione FFSS

4. via Ischia

5. via Valtesino n. 140

6. via Cuprense

7. via Dante Alighieri

8. via Rossini

9. isola ecologica via del Tesino

“Un risultato e un bilancio molto positivo che fa ben sperare – è il commento dell’assessore alla Sostenibilità, Alessandra Biocca - La modalità dell'evento e della relativa comunicazione ci ha permesso di consolidare la collaborazione con la comunità nell’ attenzione all’ambiente. I cittadini sono stati parte integrante di un esempio di economia circolare, che ha come parola chiave il riuso adottando modalità alternative per fermare lo spreco di materia prima, promuovendo la produzione efficiente ed il riciclo. Gli oli e i grassi raccolti da Adriatica Oli, infatti, saranno avviati al recupero e riutilizzati per varie produzioni come il piccolo riconoscimento del sapone donato in cambio dell'olio usato in cucina. ”








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-01-2021 alle 10:35 sul giornale del 25 gennaio 2021 - 131 letture

In questo articolo si parla di attualità, grottammare, Comune di Grottammare, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bKOH





logoEV