Questione Natura vuole censire gli alberi secolari

1' di lettura 18/01/2021 - Basterebbe farsi una passeggiata nelle aree più interne del nostro magnifico territorio per accorgersi dell’enorme ricchezza botanica di cui è dotato; in particolare, sono riscontrabili moltissimi esemplari di alberi secolari, soprattutto querce, che non sono stati censiti dai Comuni.

Gli alberi secolari rappresentano un patrimonio legato alla storia e alla identità di una popolazione, raccontano del suo sviluppo e testimoniano una realtà botanica di grande valore; basti pensare a quanti comitati cittadini si sono battuti per salvare alberi secolari messi a rischio dalle operazioni di speculazione edilizia appoggiate da alcune istituzioni che, invece, avrebbero dovuto tutelarli.

Purtroppo sono molte le dinamiche messe in atto dal “potere politico” ​che, da una parte legifera per la tutela delle piante secolari e delle formazioni vegetali monumentali, ma dall’altro tenta di occultarle per favorire determinate operazioni poco “chiare”.

Come Associazione intendiamo provare a censire gli alberi secolari che sono disseminati per il territorio di San Benedetto del Tronto e dei Comuni limitrofi, indubbiamente ci appoggeremo ad esperti del settore e alle istituzioni che hanno interesse alla loro conservazione.

Ricordiamoci sempre di questo paradosso: gli esseri umani sono le sole creature sulla terra che tagliano degli alberi per fare della carta su cui scrivere “salvate gli alberi”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-01-2021 alle 15:10 sul giornale del 19 gennaio 2021 - 149 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJW8