Sport: Samb, gara difficile ma non proibitiva quella che attende i rossoblu domenica a Pordenone contro i "ramarri"

3' di lettura 20/04/2018 - Contro i neroverdi mancheranno Marchi e Miceli per infortunio che dovrebbero essere sostituiti rispettivamente da Bacinovic e il rientrante Conson. In avanti confermata la coppia Di Massimo Stanco. I tre punti confermerebbero i rossoblu al secondo posto.

Dopo la meritata vittoria contro il Teramo i ragazzi di mister Capuano sono attesi dal difficile ma non proibitivo confronto di Pordenone contro gli uomini del tecnico Rossitto, in una gara valevole per la trentaseiesima e terzultima giornata della stagione regolare prima dell’appendice dei play off, che si disputerà al Bottecchia domenica 22 aprile con inizio fissato per le H.16:30.

Sarà una gara impegnativa quella che attende i rossoblu perché i friulani, anche se nel girone di ritorno hanno dilapidato i punti fatti in quello di andata, tra le mura amiche sono molto temibili, ma soprattutto cercheranno in ogni modo i tre punti perché vogliono disputare i play off visto che occupano la nona posizione in classifica, frutto di 10 vittorie, 12 pareggi e 10 sconfitte.

Nella gara di andata sulla panchina dei “ramarri” sedeva Leonardo Colucci poi esonerato all’indomani della sconfitta contro il Sudtirol, lo stesso Colucci che negli ottavi di Coppa Italia ha messo paura all’Inter a San Siro uscendo sconfitto solo dopo i calci di rigore, mentre all’andata la gara tra rossoblu e ramarri è terminata 1-1 in un campo ridotto ad una risaia.

I friulani ad inizio di torneo erano accreditati per il salto di categoria insieme a Padova, Vicenza, Bassano e Reggiana, tant’è che alla guida tecnica era stato chiamato Leonardo Colucci allenatore esperto, di categoria e molto bravo e gli acquisti di giocatori importanti come Gerardi, Stefani, Nunzella, Burrani e non ultimo Nocciolini acquistato dal Parma a gennaio lo dimostrano.

Come detto in precedenza, ora sulla panchina dei ramarri siede Fabio Rossitto che non è riuscito ad invertire il trend negativo del suo predecessore tant’è che la classifica lo dimostra.

Tornando ai “fatti di casa nostra”, contro i friulani mister Capuano non potrà contare sugli infortunati Marchi e Miceli oltre ai lungodegenti Pegorin e Bove mentre è pienamente recuperato Esposito, per il resto sono tutti a disposizione.

L’imperativo per la pattuglia rossoblu è quello di tornare dal Friuli con un risultato positivo, Pordenone permettendo, magari con una vittoria per consolidare la seconda posizione in graduatoria e tenere a debita distanza la Reggiana.

Il tecnico campano potrebbe riproporre il 3-4-1-2 visto a Bassano ma con interpreti diversi, nello specifico oltre al confermatissimo Perina tra i pali, in difesa è scontato il rientro di Conson che con Patti e Mattia formerebbe il trio difensivo, a centrocampo i soliti noti e cioè Rapisarda, Gelonese, Bacinovic con quest’ultimo che dovrebbe prendere il posto di Marchi e Tomi, Bellomo rifinitore davanti alle punte, mentre in attacco Di Massimo riconfermato al fianco di Stanco.

In casa giallorossa il tecnico Rossitto dovrebbe optare per il consueto 4-3-2-1 con questi probabili interpreti: Perilli; Formiconi, Stefani, Bassoli, De Agostini; Misuraca, Burrai, Zammarini; Bombagi, Berrettoni; Nocciolini.

L’arbitro dell’incontro sarà il signor Daniel Amabile di Vicenza.

Il fischio d’inizio è fissato per le H.16:30 di domenica 22 aprile.

Si prevede un discreto numero di tifosi rossoblu al seguito della squadra viste le previsione meteo favorevoli nonostante la distanza ragguardevole.


di Marco De Berardinis
redazione@viveresanbenedetto.it





Questo è un articolo pubblicato il 20-04-2018 alle 19:26 sul giornale del 21 aprile 2018 - 338 letture

In questo articolo si parla di sport, sambenedettese calcio, noi samb, articolo, Marco De Bernardinis

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aTOw





logoEV
logoEV