Sport: Samb, i rossoblu adriatici non riescono a battere un coriaceo Gubbio, al Riviera la gara termina 1-1

7' di lettura 27/01/2018 - E' finita con un pareggio gara tra rossoblu rivieraschi e rossoblu umbri. Le reti entrambe nella ripresa, a Marchi, che ha segnato un goal da distanza assiderale con l'esordiente Perina fuori dai pali, ha risposto il pendolino Rapisarda

SAMBENEDETTESE (3-4-2-1): Perina; Conson, Miceli, Di Pasquale; Rapisarda, Bacinovic © (51’ Marchi), Gelonese (64’ Di Massimo), Tomi; Vallocchia (51’ Bellomo), Valente (51’ Esposito); Miracoli. A disp. Pegorin, Ceka, Mattia, Bove, Demofonti, Tirabassi. All. Ezio Capuano.

GUBBIO (4-4-1-1): Volpe; Kalombo, Burzigotti, Piccinni, Paolelli; Malaccari, Sampietro, Giacomarro (81’ Ricci), Ciccone; Casiraghi (70’ Valagussa); Marchi © (92’ Jallow). A disp.Costa, Pedrelli, Bergamini, Manari, Libertazzi, Battaiola. All. Dino Pagliari

ARBITRO : Fabio Pasciuta di Agrigento. Assistenti: Luca Bianchini e Lorenzo Biasini entrambi di Cesena.

MARCATORI : 48’ Marchi (G.), 79’ Rapisarda (S.)

AMMONITI : 3’ Piccinni (G.), 56’ Ciccone (G.), 58’ Bellomo (S.), 75’ Tomi (S.)

ANGOLI : 8 a 7.

RECUPERO : 2’ 1° T. – 4’ 2° T.

NOTE : Serata fredda, terreno di gioco in buone condizioni, temperatura 8°C circa. Spettatori quantificabili in circa 3.000 unità, abbonati 2036. Presenti in curva sud 20 tifosi eugubini.

San Benedetto del Tronto – Dopo quasi un mese, causa anche la lunga sosta, i rossoblu tornano a giocare al Riviera e lo fanno affrontando il Gubbio di mister Dino Pagliari. In sede di presentazione, il tecnico Capuano l’ha definita una gara complessa, nonostante gli eugubini siano quint’ultimi in classifica, perché sono ben messi in campo da mister Pagliari, hanno linee corte e giocatori bravi a ripartire, dunque una squadra tosta quella umbra che i rossoblu adriatici, anche gli umbri hanno la casacca rossoblu ma quest’oggi in completo bianco, stanno per affrontare da qui a poco. Il tecnico Capuano getta subito nella mischia il nuovo arrivato Perina con Pegorin che si accomoda in panchina, mentre gli altri neo acquisti e cioè Marchi e Bellomo siedono in panca. Rispetto ala gara di Salò Vallocchia prende il posto di Bove, lo stesso discorso vale per Valente che sostituisce sul fronte offensivo Di Massimo, mentre Esposito recuperato dall’infortunio alla schiena siede in panchina. Dall’altra parte il tecnico Dino Pagliari dà fiducia alla squadra battuta in casa dal Mestre confermandola in toto.

PRIMO TEMPO

Ore 18:30, si parte. Calcio d’inizio battuto dalla Samb che indossa la consueta casacca rossoblu con pantaloncini blu, mentre il Gubbio con casacca e pantaloncini bianchi con fregi rossoblu sulle maglie, il Gubbio ha gli stessi colori sociali degli adriatici, rivieraschi attaccano da destra verso sinistra in questo primo tempo. Terna arbitrale con casacca gialla fluorescente e pantaloncini neri.

Dopo il fischio dell’arbitro che dà il via alle ostilità Samb subito aggressiva tant’è che in pochi minuti si procura due angoli che però non hanno esito positivo.

3’: Ammonito Piccinni per un fallo su Miracoli all’altezza della linea che delimita l’area di rigore.

5’: La sassata di Tomi su calcio di punizione colpisce il palo esterno e termina sul fondo, Samb vicinissima al vantaggio.

6’: Un gran tiro di Valente dal limite dell’area si perde di poco alto sopra la traversa.

11’: Un cross dalla sinistra di Vallocchia viene spizzato di testa in area da Miracoli, fa buona guardia Volpe che para a terra.

12’: Kalombo fugge sulla destra effettua un cross che attraversa tutta l’area di rigore, sul secondo palo ben appostato Casiraghi a porta sguarnita tira incredibilmente fuori. Gubbio vicinissimo al vantaggio.

16’: Ancora Gubbio, Casiraghi si incunea in area di rigore ed arriva a tu per tu con Perina, il numero 22 deve uscire alla disperata e deviare la sfera in angolo.

Gara combattuta e ritmi alti con le due squadre che cercano senza mezzi termini la via della rete.

24’: Su calcio di punizione battuto da Bacinovic, Valente si incunea in area ma il suo tiro di prima intenzione termina di poco sul fondo.

36’: Un tiro di Miracoli da distanza ravvicinata ben imbeccato da Bacinovic, costringe alla deviazione Volpe, sulla ribattuta Valente spara alto sopra la traversa.

A sei minuti dal termine della prima frazione di gioco la Samb aumenta il ritmo delle sue azioni andando vicinissima in due occasioni alla segnatura.

39’: Rapisarda fugge sulla destra si libera di due avversari come se fossero birilli entra in area scagliando la sfera verso Volpe ma il portiere umbro devia la stessa in angolo.

40’: Un colpo di testa da distanza ravvicinata di Miceli viene parato d’istinto da Volpe.

Dopo due minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi con le due squadre che vanno al riposo sullo 0-0. E’ stato un primo tempo combattuto con le due squadre che si sono date battaglia in campo senza risparmiarsi, entrambe hanno avuto due occasioni a testa per passare in vantaggio e dunque un pareggio giusto fino a questo momento.

SECONDO TEMPO

Si riparte per la ripresa senza cambi

In questo secondo tempo la Samb attacca da sinistra verso destra.

47’: Su un angolo a rientrare di Casiraghi, Perina con un colpo di reni evita la segnatura ricacciando la sfera fuori dalla propria porta.

48’: Su un contropiede ben orchestrato del Gubbio, palla persa da Bacinovic, Marchi vede fuori dai pali Perina, il suo pallonetto da distanza assiderale si infila inesorabilmente in rete con lo stesso Perina vanamente proteso in tuffo.

Dunque Samb 0 – Gubbio 1.

Subita la rete il tecnico Capuano effettua ben tre cambi stravolgendo la squadra e cioè …..

51’: Esce Valente per posto ad Esposito.

51’: Esce Vallocchia per posto a Bellomo

51’: Esce Bacinovic per posto a Marchi

56’: Ammonito Ciccone

58’: Ammonito Bellomo

59’: Ammonito Kalombo

59’: Ammonito Di Pasquale

Il tecnico Capuano tenta il tutto nel tentativo di pareggiare inserendo Di Massimo, un attaccante, al posto di Gelonese, un centrocampista, Samb totalmente a trazione anteriore.

64’: Entra Di Massimo al posto di Gelonese.

67’: Un calcio di punizione dai 25 metri di Tomi viene deviato in angolo con un colpo di reni da Volpe.

70’: Esce Casiraghi per posto a Valagussa

Nonostante i rossoblu adriatici ce la mettano tutta, la partita diventa spigolosa con gli umbri che perdono tempo in tutte le maniere facendo falli tattici e spezzettando il gioco ad ogni occasione.

75’: Rapisarda ben imbeccato da un colpo di tacco di Esposito si incunea in area e mette la palla al centro, sulla stessa arriva Tomi che cade a terra toccato da un Burzigotti, per l’arbitro è simulazione e conseguente ammonizione per Tomi

75’: Ammonito Tomi.

79’: GOOOL, il pendolino Rapisarda fugge sulla destra mette su un piatto d’argento la sfera in area per Miracoli, questi incespica sulla stessa che però torna sui piedi dello stesso Rapisarda che da distanza ravvicinata lascia partire un proiettile terra aria che si insacca sotto la traversa per il meritato pari degli adriatici. Dunque Samb 1 – Gubbio 1.

80’: Un proiettile di Di Massimo dal limite del’area di rigore scalda i guantoni a Volpe che si distende in tuffo per eviatare la capitolazione.

81’: Esce Giacomarro per posto a Ricci

Sulle ali dell’entusiasmo i rossoblu adriatici attaccano a testa bassa nel tentativo di raddoppiare cingendo d’assedio la porta difesa dal bravo Volpe.

90’: Un gran tiro di Esposito dal limite dell’area costringe alla presa bassa Volpe.

92’: Esce Marchi per posto a Jallow

La gara si chiude con i rossoblu protesi vanamente in avanti alla ricerca disperata del goal vittoria, dall’altra parte il Gubbio chiude la contesa arroccato davanti al proprio portiere Volpe.

Dopo quattro minuti di recupero termina la gara sul risultato di 1-1. I rivieraschi hanno gettato al vento l’occasione, con una eventuale vittoria, di raggiungere il secondo posto in classifica in solitario.

Dopo aver chiuso la prima frazione di gioco sullo 0-0, entrambe le squadre hanno avuto due occasioni a testa, nella ripresa il Gubbio, grazie ad un mezzo infortunio di Perina, è passato in vantaggio ed ha cercato di tenerlo giocando una gara spigolosa giostrando anche in contropiede, ma i rivieraschi sono pervenuti meritatamente al pareggio grazie ad un proiettile di Rapisarsa, il migliore dei suoi, cercando poi la vittoria, ma gli umbri hanno retto fino alla fine della contesa.

Dopo questo pareggio i rivieraschi sono secondi in classifica con 33 punti al pari di Renate e FeralpiSalò.


di Marco De Berardinis
redazione@viveresanbenedetto.it





Questo è un articolo pubblicato il 27-01-2018 alle 21:07 sul giornale del 29 gennaio 2018 - 347 letture

In questo articolo si parla di sport, sambenedettese calcio, noi samb, articolo, Marco De Bernardinis

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aQ7Y





logoEV