Contrasto al commercio abusivo di pescato, continuano i controlli in città!

1' di lettura 19/01/2018 - Nell’ambito dei consueti controlli finalizzati al rispetto della normativa vigente sulla commercializzazione dei prodotti ittici, venerdì 19 gennaio, il personale della Capitaneria di porto, con la Polizia locale ha effettuato una serie di controlli in diverse zone della città dove, già in passato, vi erano stati 'beccati' soggetti intenti a vendere pescato senza le prescritte autorizzazioni così come in violazione delle più elementari disposizioni sanitarie di settore.

Durante l’attività, è stato individuato un cittadino extracomunitario, residente in Italia, intento a cedere su aree pubbliche, previo versamento di un corrispettivo economico, alcune cassette di merluzzi e gamberi rosa.

Dalle verifiche eseguite si è accertata la mancanza dei previsti titoli abilitativi all’esercizio della professione e, petanto il personale operante ha confiscato il pescato e una bilancia elettronica da cucina, utilizzata per pesare il prodotto prima dell’alienazione infliggendo, altresì, una sanzione amministrativa di 5.000 euro.

Gli accertamenti continueranno anche nei prossimi giorni e coinvolgeranno, in porto, la fase di sbarco dai pescherecci.

Per arginare il fenomeno, tuttavia, si raccomanda ai cittadini di acquistare il prodotto solo da regolari esercizi commerciali che, di conseguenza, forniscono le garanzie sulla conservazione e sulla qualità del pesce.






Questo è un articolo pubblicato il 19-01-2018 alle 20:15 sul giornale del 20 gennaio 2018 - 195 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Alessia Rossi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aQR4





logoEV
logoEV