Giovani, lavoro e creatività: un allievo riproduce un motore a vapore

1' di lettura 07/07/2017 - L’allievo Mignini Gianluca della classe V A IPMM dell’IPSIA “Antonio Guastaferro” di S. Benedetto del Tronto dell’indirizzo meccanico ha presentato un “capolavoro” conclusivo del suo ciclo di studi valido come tesina all’Esame di Stato un “Motore a vapore” in scala, perfettamente funzionante.

Il capolavoro è stato realizzato dall’allievo con il supporto tecnico degli insegnanti dell’indirizzo che lo hanno aiutato a superare le difficoltà iniziali. Il motore a vapore è un sistema che produce lavoro meccanico a spese dell’energia termica data dal vapor d’acqua.

La macchina a vapore è stata inventata dallo scienziato scozzese JAMES WATT alla fine del XVIII secolo. Dopo averlo illustrato nei particolari alla Commissione esaminatrice come atto finale lo ha messo in funzione riscaldando il bollitore, per mezzo di un fornellino a gas, all’interno del quale era contenuta l’acqua per trasformarla in vapore, fluido principale, per la messa in movimento del pistone.

Il tutto è stato realizzato in alluminio con i tubi di collegamento in rame.

Un’idea originale e molto tecnica che mette in mostra la passione e l’interesse dell’allievo verso le materie professionali senza tralasciare quelle riguardanti la cultura generale dimostrata nell’esposizione del suo lavoro.


di Luigi Verdecchia
redazione@viveresanbenedetto.it







Questo è un articolo pubblicato il 07-07-2017 alle 23:19 sul giornale del 08 luglio 2017 - 757 letture

In questo articolo si parla di lavoro, articolo, Luigi Verdecchia, IPSIA “Antonio Guastaferro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aK34





logoEV
logoEV