Sport: Samb, con un goal per tempo, i rossoblu battono un buon Gubbio e tornano al successo

8' di lettura 29/01/2017 - Grazie ad una rete per tempo, di Vallocchia prima e Mancuso poi, dopo due mesi i ragazzi di mister Sanderra, oggi al suo esordio al Riviera, tornano al successo, battendo un Gubbio mai domo che fino all'ultimo ha creduto nella rimonta

SAMBENEDETTESE (4-3-3): Aridità (73’ Pegorin), Rapisarda, Mori, Radi, Grillo (36’ Pezzotti), Damonte, Sabatino ©, Vallocchia, Mancuso, Agodirin (69’ Sorrentino), Di Massimo. A Disp.: Di Pasquale, Di Filippo, Tortolano, N’Tow, Doua Bi, Candellori, Mattia, Ovalle. All.: Stefano Sanderra

GUBBIO (4-3-3): Volpe, Kalombo, Marini ©, Rinaldi, Zanchi, Croce, Giacomarro (56’ Casiraghi), Valagussa (81’ Bergamini), Candellone (69’ Otin Lafuente), Ferretti, Ferri Marini. A Disposizione : Monti, Petti, Romano, Marghi, Conti, Burzigotti, Lunetta, Tavernelli. All. Giuseppe Magi

ARBITRO : Luca Zufferli di Udine. Assistenti: Salvatore Marco Dibenedetto di Barletta e Fabio Pappagallo di Molfetta

MARCATORI : 21’ Vallocchia (S.), 76 Mancuso (S.).

AMMONITI : 13’ Di Massimo (S.), 45’ Pezzotti (S.), 48’ Mori (S.), 66’ Marini (G.), 68’ Vallocchia (S.), 83’ Croce (G.).

ANGOLI : 5 a 5.

NOTE : Giornata soleggiata, terreno di gioco in buone condizioni, temperatura gelida che si aggira sui 7°C. Buon colpo d’occhio sugli spalti, spettatori quantificabili in circa 3.000 unità, abbonati 2012, curva nord completamente piena, tribuna est mare discretamente piena, presenti in curva sud 122 tifosi provenienti da Gubbio. Prima della gara, è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria delle vittime dell’Hotel Rigopiano e Campo Felice. Minuti recuperati: 3’ nel 1° T., 4’ nel 2° T.


San Benedetto del Tronto – Esordio al Riviera per mister Sanderra, che dovrà immancabilmente tornare al successo, successo che manca da oltre due mesi. Dopo il pareggio di Mantova che ha mosso la classifica, ma che non ha visto miglioramenti sotto l’aspetto del gioco dei rossoblu, urge una vittoria che farebbe agganciare i rivieraschi a quota 35 proprio il Gubbio di mister Magi. Non sarà una gara facile per i rivieraschi, contro una squadra che fa del collettivo e delle ripartenze la sue armi migliori, ma i rossoblu dovranno mettere in campo quella grinta e quell’aggressività che le sono mancate nelle ultime gare di campionato per cercare la vittoria che darebbe un po’ di serenità a tutto l’ambiente. Venendo alle formazioni, il tecnico locale Sanderra sostituisce a centrocampo lo squalificato Lulli con Vallocchia, mentre in avanti Tortolano cede la maglia da titolare a Di Massimo, per il resto gli stessi che hanno impattato a Mantova, con il tridente leggero formato da Mancuso, Di Massimo e Agodirin. In casa eugubina, il tecnico Magi, dopo la sosta forzata causa neve, apporta delle modifiche, proponendo in porta Volpe al posto di Narciso, a centrocampo Candellone sostituisce Romano, per il resto gli stessi che hanno impattato contro il Sudtirol per 2-2.

PRIMO TEMPO

Ore 14:30, Si parte. Calcio d’inizio battuto dal Gubbio che indossa un completo bianco con inserti rossoblu sulla casacca e pantaloncini bianchi, visto che anche gli umbri hanno colori sociali rossoblu, mentre la Samb indossa la consueta casacca rossoblu con pantaloncini blu. La Samb attacca da sinistra verso destra in questo primo tempo.

Dopo il fischio dell’arbitro, che dà inizio alle ostilità, è il Gubbio che si affaccia dalle parti di Aridità, tant’è che al .….

2’: Su assist in profondità di Croce per Ferri Marini, Aridità deve uscire in presa bassa e bloccare la sfera per evitare l’intervento dell’attaccante eugubino.

Dopo questa fiammata degli umbri, la gara sembra bloccata con la Samb che non riesce ad andare in profondità e creare pericoli verso la porta avversaria, controlla senza patemi il Gubbio.

13’: Ammonito per simulazione Di Massimo.

18’: Agodirin sfrutta una indecisione tra il portiere Volpe e il difensore Rinaldi, la sfera toccata dall’attaccante rossoblu scivola verso la porta sguarnita ma è troppo lenta e ciò consente di recuperarla a Marini e spedirla in angolo.

21’: GOOOL, Samb inaspettatamente in vantaggio con un missile terra aria scagliato da Vallocchia dal limite dell’area, sugli sviluppi di un angolo battuto da Di Massimo. La sfera si è insaccata sotto l’incrocio e nulla ha potuto l’incolpevole Volpe. Dunque Samb 1 – Gubbio 0.

Subita la rete, il Gubbio si getta in avanti alla ricerca del pari e la Samb di conseguenza, agisce di rimessa.

24’: Un gran tiro dal limite di Candellone, costringe ad un difficile intervento Aridità, che si distende in tuffo e blocca la sfera.

Alla mezz’ora i tifosi della curva nord espongono uno striscione che recita: Gli allenatori passano le bandiere restano, Ottavio uno di noi. Riferimento chiaro all’ex allenatore rossoblu Ottavio Palladini dimessosi alla fine dell’ scorso anno.

33’: Gubbio vicino al pareggio con un colpo di testa di Ferri Marini, su cross dalla destra di Ferretti, la sfera sfiora il palo alla destra di Aridità.

36’: Esce Grillo per infortunio, per far posto a Pezzotti.

37’: Candellone, da posizione privilegiata, praticamente nei pressi dell’area piccola, lascia partire un tiro che si spegne tra le braccia di Aridità che ringrazia.


39’: Su cross dalla sinistra di Pezzotti, Mancuso ben appostato sul secondo palo, seppur contrastato da un avversario, svirgola la sfera, lasciando partire un tiro che termina sul fondo, Samb vicina al raddoppio.

43’: Agodirin, ben servito in area da Sabatino, tutto solo davanti al portiere, lascia partire un tiro di prima intenzione, che termina sull’esterno della rete.

45’: Ammonito Pezzotti.

46’: Una punizione di Ferretti dal vertice destro dell’area di rigore, sfiora la traversa.

48’: Ammonito Mori.

49’: Una punizione battuta dal Ferretti, costringe ad un difficile intervento Aridità che blocca la sfera con una certa difficoltà.

Dopo quattro minuti di recupero, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi con la Samb che chiude la prima frazione di gioco in vantaggio per 1-0. E’ stata una gara equilibrata che non è mai decollata, con la Samb che non hai mai creato veri pericoli a Volpe, in cui però ha trovato la rete del vantaggio, con un proiettile di Vallocchia e con il Gubbio che, una volta sotto, si è gettato in avanti alla ricerca del pari, pari che ha sfiorato in più di una occasione.

SECONDO TEMPO

Si riparte per il secondo tempo senza cambi, con la Samb che attacca da destra verso sinistra, proprio sotto la curva Massimo Cioffi.

Il secondo tempo inizia con il Gubbio subito aggressivo che attacca a testa bassa alla ricerca del pari e la Samb che agisce di rimessa.

49’: Di Massimo ruba la sfera a Zanchi e fugge in contropiede, poi serve un pallone invitante ad Agodirin ma il lancio è troppo lungo ed è facile preda di Volpe.

55’: Su punizione battuta da Radi in area, svetta di testa Sabatino che manda la sfera a sfiorare il palo di destra di Volpe. Samb vicinissima al raddoppio.

56’: Esce Giacomarro ed entra Casiraghi.

59’: Con un tiro al volo dal limite dell’area, Zanchi costringe alla deviazione in angolo Aridità.

Con il trascorrere dei minuti, il Gubbio guadagna metri sul rettangolo verde, costringendo i rossoblu rivieraschi ad arretrare il proprio baricentro.

66’: Ammonito l’ex rossoblu Marini.

68’: Ammonito Vallocchia.

69’: Esce Agodirin per far posto a Sorrentino.

69’: Esce Candellone per far posto a Otin Lafuente.

73’: Esce Aridità per infortunio, per far posto a Pegorin.

Cambi esauriti per il tecnico rivierasco Sanderra.

73’: Su una punizione battuta da Ferretti dai venti metri, para a terra il neo entrato Pegorin.

76’: GOOOL, la Samb raddoppia con un bel goal di Mancuso che, ricevuta palla da Di Massimo, si libera di Rinaldi entra in area e lascia partire un diagonale chirurgico che non lascia scampo a Volpe, con la palla che si infila inesorabilmente in rete. Undicesima rete per l’attaccante rivierasco. Dunque Samb 2 – Gubbio 0 e gara quasi in ghiacciaia.

81’: Esce Valagussa per far posto a Bergamini.

83’: Ammonito Croce.

Nonostante il doppio passivo, il Gubbio non demorde, portandosi di nuovo in avanti, mentre la Samb, giocoforza, agisce di rimessa ed ha ampi spazi per poter portare pericoli a Volpe.

88’: Su tiro cross basso di Otin Lafuente, Pegorin con un colpo di reni devia la sfera in angolo.

Dopo quattro minuti di recupero termina la gara, con i rossoblu che, nonostante non abbiano disputato la loro migliore partita, ottengono tre punti preziosi e vanno sotto la curva Massimo Cioffi a salutare i tifosi.

Dunque con un goal per tempo, i rossoblu battono un ottimo Gubbio e tornano al successo dopo due mesi.

Non è stata una gara esaltante quella dei rivieraschi, che avevano comunque di fronte una formazione ostica, caparbia, rodata e ben messa in campo dall’ottimo Magi.

L’importante era tornare al successo di fronte al proprio pubblico, dopo due sconfitte consecutive interne, soprattutto per ridare morale ai giocatori e a tutto l’ambiente rivierasco.


di Marco De Berardinis
redazione@viveresanbenedetto.it





Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2017 alle 17:26 sul giornale del 30 gennaio 2017 - 766 letture

In questo articolo si parla di sport, sambenedettese calcio, noi samb, articolo, Marco De Bernardinis

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aFUo