Sport: SAMBENEDETTESE – MANTOVA : 1 – 3

8' di lettura 10/09/2016 - Prima sconfitta interna per i rossoblu che, al Riviera delle Palme, davanti a 5.000 tifosi, soccombono per 1 – 3 ad opera di un Mantova cinico e spietato.

SAMB (4-3-3): Pegorin, Di Filippo, Mori, Di Pasquale (78’ Ferrario), Pezzotti ©, Berardocco, Candellori (46’ Di Massimo), Sabatino ©, Mancuso, Tortolano, Fioretti (52’ Sorrentino). A Disposizione : Frison, Tavanti, Crescenzo, Damonte, Mattia, Vallocchia, Doua Bi. All. Ottavio Palladini

MANTOVA (3-4-3): Bonato, Bandini (59’ Salifu), Carini, Zammarini, Raggio Garibaldi, Marchi, Caridi, Tripoli, Siniscalchi, Cristini (62’ Romeo), Regoli. A Disposizione : Maniero, Errera, Skolnik, Menini, Maccabiti, Sene Pape, Gargiulo, Di Santantonio, Ruopo. All. Luca Prina

ARBITRO : Andrea Giuseppe Zanonato Di Vicenza. Assistenti: Giuseppe Antonacci di Barletta e Lucia Abruzzese di Foggia.
MARCATORI : 23’ Caridi (M.), 37’ Zammarini (M.), 68’ Mancuso (S.), 86’ Romeo (M.).
AMMONITI : 8’ R. Garibaldi (M.), 54’ Cristini (M.), 66’ Siniscalchi (M.), 76’ Di Pasquale (S.), 84’ Di Filippo (S.).
ANGOLI : 7 a 1.

NOTE : Giornata soleggiata, terreno di gioco in ottime condizioni, temperatura estiva con 25°C. Buon colpo d’occhio sugli spalti, spettatori quantificabili in circa 5.000 unità, abbonati 1800, curva nord completamente piena, tribuna est mare discretamente piena, presenti in curva sud circa 50 tifosi virgiliani. Minuti recuperati: nessuno’ nel 1° T., 4’ nel 2° T.

San Benedetto del Tronto – Dopo la vittoria di Macerata, i rossoblu sono chiamati a fare il bis e cioè a battere anche il coriaceo Mantova di mister Prina. Per l’esordio dei rivieraschi al Riviera delle Palme in Lega Pro, stadio omologato per quasi 14.000 posti, dopo sette anni, si assapora il profumo di grandi sfide, vedi quella che li vedrà protagonisti, tra poco, contro una nobile decaduta del calcio italiano e cioè il Mantova. In uno stadio tirato a lucido, i ragazzi di Palladini vogliono fare bella figura anche di fronte al proprio pubblico, quest’oggi stimato in circa 5.000 unità, accorso numeroso per incitare i propri beniamini, cercando di ottenere i tre punti, senza però la ricerca affannosa della rete a tutti i costi, ma di giocare con calma e sviluppare il proprio gioco, per cercare ovviamente, alla fine dei 90 minuti, di avere la meglio dell’avversario.

Il tecnico rivierasco rispetto alla gara vinta con la Maceratese, apporta alcune modifiche e cioè sposta sulla linea dei terzini Pezzotti, in sostituzione di N’Tow infortunato, Candellori sostituisce a centrocampo lo squalificato Lulli, confermato nel tridente offensivo Tortolano, dunque formazione confermata per dieci undicesimi rispetto alla gara vinta con la Maceratese. Non fanno parte della contesa, perché squalificati, Lulli e Radi.

In casa virgiliana invece, il tecnico Prima, conferma in toto la formazione che bloccato al Martelli la corazzata Venezia, non fanno parte della contesa, perché infortunati, Boniberti e Boccalari
Ore 16:30, Si parte. Calcio d’inizio battuto dal Mantova che indossa una casacca bianca con fasce trasversali biancorosse e pantaloncini bianchi, mentre la Samb con la consueta casacca rossoblu con pantaloncini blu, rivieraschi che attaccano da sinistra verso destra in questo primo tempo.

Al pronti via, i rossoblu si catapultano immediatamente dalle parti di Bonato facendo capire subito le proprie intenzioni e alzando di conseguenza il ritmo della gara.
3’: Gran tiro al volo di sinistro dal vertice sinistro dell’area avversaria da parte di Tortolano, pescato da un assist di Sabatino, il portiere Bonato, con un bel colpo di reni, devia la sfera con le punta delle dita in angolo.
8’: Ammonito Raggio Garibaldi.

I virgiliani, dopo aver rischiato di capitolare, sembrano aver preso le misure ai rossoblu, spostando il baricentro del proprio gioco oltre la metà campo avversaria e facendosi vedere, anche se timidamente, dalle parti di Pegorin, ma i rossoblu non demordono.

18’: Un tiro dal limite dell’area di Berardocco, su assist di Candellori, costringe alla deviazione in angolo Bonato.

20’: Questa volta ci prova l’esterno Mancuso di sinistro dai 20 metri, para a terra il portiere ospite Bonato.
23’: Dopo una sgroppata lungo l’out sinistro, ed essersi liberato di alcuni avversari, Tortolano giunto nei pressi dell’area di rigore, lascia partire un tiro che costringe Bonato alla parata a terra.

I rossoblu riprendono in mano il pallino del gioco e insidiano il portiere ospite Bonato, ma accade ciò che non ti aspetti …...

26’: Caridi, dopo essersi liberato di Candellori e lasciato colpevolmente solo dai difensori rossoblu, dal limite dell’area di rigore, lascia partire un tiro che non da scampo a Pegorin proteso vanamente in tuffo, e si insacca imparabilmente sotto la traversa. Dunque Samb 0 – Mantova 1.
Subita la rete, i rossoblu non si perdono d’animo e continuano a macinare gioco, in questo caso, alla ricerca del pari, controlla, al momento, senza affanni, la squadra virgiliana.

37’: Il Mantova raddoppia con Zammarini, che riprende una corta respinta della difesa rossoblu, dopo un assolo lungo l’out di sinistra di Regoli, il tiro dal limite dell’area, del numero 23 ospite, un vero e proprio proiettile rasoterra, si incassa alla destra di Pegorin, portando sul 2 – 0 gli ospiti.
Dopo il doppio svantaggio, i rossoblu sembrano incapaci di reagire e aspettano la fine del primo tempo per riordinare le idee, gioca sul velluto il Mantova che controlla agevolmente la gara.

Al minuto 45 esatto, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi con il Mantova che chiude la prima frazione di gioco con il doppio vantaggio. I rossoblu non hanno demeritato, ma il Mantova, squadra compatta, esperta e sorniona, che ha lasciato sfogare i rossoblu ad inizio di match, ha colpito con un uno-duo micidiale che ha tramortito i rivieraschi. Qualche responsabilità della difesa su entrambe le reti, anche se, non bisogna dare la croce addosso alla giovane difesa rivierasca messa in campo dal tecnico Palladini, alla seconda gara tra i professionisti.

Si riparte per il secondo tempo con una sostituzione e, con la Samb che attacca da destra verso sinistra.

46’: Esce Candellori per far posto a Di Massimo.

Il secondo tempo inizia con i rossoblu subito in avanti, infatti …..

46’: Un gran tiro dal limite dell’area di Tortolano, costringe alla parata a terra Bonato.
Il tecnico Palladini, dopo aver sostituito un esterno offensivo, Candellori, con un attaccante, Di Massimo, mette dentro anche Sorrentino,attaccante più dinamico rispetto a Fioretti, per dare maggiore peso offensivo alla sua squadra.

52’: Esce Fioretti per far posto a Sorrentino.

54’: Ammonito Cristini.
Rossoblu avanti tutta, alla ricerca del goal e Mantova sulla difensiva ed in difficoltà.

56’: Uscita disperata di Bonato sui di piedi di Tortolano lanciato a rete, da parte del portiere Bonato.

57’: Su assist di Berardocco, Sorrentino entra in area, si libera di un difensore e sull’uscita disperata di Bonato, tira a colpo sicuro, ma la sfera colpisce il legno.

59’: Esce Bandini per far posto a Salifu.

62’: Esce Cristini per far posto a Romeo.

66’: Ammonito Siniscalchi.

68’: GOOOL, la Samb accorcia le distanze con Mancuso che su spizzata di testa di Sorentino, si avventa sulla sfera come un falco ed anticipa Bonato, depositando in rete la palla del 1-2.
Ora i rossoblu credono nella rimonta ed attaccano a testa bassa alla ricerca del pari, Mantova sulla difensiva.

74’: Pezzotti, ben imbeccato da Berardocco, da posizione privilegiata, calcia alto sopra la traversa

75’: Esce Tripoli per far posto a Ruopo.

76’: Ammonito Di Pasquale.

78’: Esce Di Pasquale per far posto a Ferrario.
I virgiliani, vistosi in difficoltà, iniziano a fare melina e a perdere tempo ad ogni occasione, gara che si fa nervosa.

83’: Gli ospiti provano ad uscire dal guscio con un tiro di alleggerimento scagliato da Ruopo, para senza problemi Pegorin.
84’: Ammonito Di Filippo.

86’: Il Mantova cala il tris, su angolo battuto da Zammarini svetta di testa, in area di rigore, Romeo, il suo colpo di testa non da scampo a Pegorin, proteso invano in tuffo, la palla finisce nell’angolino più lontano dove il portiere rossoblu non può arrivare. Dunque Samb 1 – Mantova 3.

90’: Una bordata dal limite di Caridi scheggia la traversa e si spegne sul fondo.

Ora il Mantova gioca sul velluto, contro una Samb tramortita ed incapace di reagire dopo aver subito la terza rete.

Dopo quattro minuti di recupero termina questo sofferto incontro, con i rossoblu che escono sconfitti dal rettangolo verde, da una formazione, quella virgiliana, che non ha rubato nulla, ed ha meritato ampiamente la vittoria, per ciò che ha fatto vedere in campo nel corso dei 94 minuti di gioco.

Sotto di due reti alla fine della prima frazione di gioco, i rossoblu sono rientrati in campo per il secondo tempo, determinati e concentrati, alla ricerca del pari, e nonostante la rete di Mancuso, abbia riaperto momentaneamente i giochi, il Mantova, squadra cinica ed esperta, anche se ha traballato dopo aver subito la rete dell’1 -2, è rimasta sempre concentrata ed ha fatto del suo credo calcistico, il contropiede, con i rossoblu protesi in avanti alla ricerca del pari.

Dunque rossoblu sconfitti, ed anche un ò sfortunati, ma con l’onore delle armi, che hanno dato tutto per l’intero incontro, tant’è che sono andati sotto la curva nord a salutare i propri tifosi.


di Marco De Berardinis
redazione@viveresanbenedetto.it





Questo è un articolo pubblicato il 10-09-2016 alle 19:51 sul giornale del 12 settembre 2016 - 1173 letture

In questo articolo si parla di sport, sambenedettese calcio, noi samb, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aA3R





logoEV
logoEV