SEI IN > VIVERE SAN BENEDETTO > CULTURA
comunicato stampa

Ferragosto: vediamo alcune curiosità su questa festività tutta italiana

2' di lettura
796

di Roberto Guidotti  
redazione@viveresanbenedetto.it


E' un momento dell’estate dove tra l’altro nei giorni a cavallo del 15 agosto si fermano attività produttive, industrie ecc..In una città come la nostra il 15 agosto significa anche divertimento e svago fino all’alba negli chalet e sulla spiaggia. Ma la festa è solo un “break” estivo? Quali sono le sue origini? Da quando si festeggia?

Sul calendario in quel giorno, invece che uno dei “santi” c’è scritto “Assunzione di Maria Vergine”. Ma andiamo con ordine. La festa fu introdotta dall’imperatore Augusto il 23 avanti Cristo con il nome ‘Feriae Augusti’. Secondo il Corriere della Sera di qualche anno fa “i vari imperatori che succedettero ad Augusto aumentarono progressivamente le festività fino a raggiungere il numero più alto nel quarto secolo con 175 giorni festivi. Dopo la caduta dell’Impero romano, la Chiesa cattolica trasformò le più significative feste pagane in solennità religiose ed assorbì così la festa di ferragosto facendola coincidere con quella dell’Assunta [la “Madonna Assunta” in cielo]. La data fu spostata dal 1° al 15 agosto”.

C’è da dire però che parlando di questo dogma, divenuto ufficialmente articolo di fede cattolica nel 1950, in seguito alla proclamazione fatta da papa Pio XII, il Dizionario Ecclesiastico della U.T.E.T. (1953-1958; Vol. I, p. 245) ammette: “Il dogma dell’A. [Assunzione] di Maria non è esplicitam. contenuto nella S. Scrittura”.

La festività del 15 agosto (Assumptio B.M.V., inizialmente chiamata anche Dormitio o Depositio), è celebrata a partire dall'inizio del 9° secolo” afferma l’enciclopedia Treccani.it. “La dottrina dell'Assunzione, formulata per la prima volta in Occidente da San Gregorio di Tours e in Oriente da Andrea di Creta, fu opera soprattutto della Scolastica e dei teologi posteriori, ma solo dopo la proclamazione del dogma dell'Immacolata Concezione (1854) ne fu possibile l'elaborazione definitiva in virtù del legame tra esenzione dal peccato originale ed esenzione dalla corruzione del corpo” afferma un’altra opera.

Quindi una dottrina che non trova nessun riscontro nel Nuovo Testamento e nemmeno negli scritti dei primi Padri della Chiesa.

E così anche nel giorno del riposo, del mare e della spiaggia, si può trovare un elemento religioso come avviene anche per altre usanze e costumi della nostra società. Approfondirne le origini e la storia, è comunque sempre utile ed estremamente interessante





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-08-2015 alle 11:15 sul giornale del 17 agosto 2015 - 796 letture