SEI IN > VIVERE SAN BENEDETTO > SPETTACOLI
articolo

Cupramarittima: un duo massignanese è il vincitore della Corrida Cuprense

2' di lettura
704

di Luigi Verdecchia
redazione@viveresanbenedetto.it


Sul lungomare Romita, gremito di persone si è svolta alle 21,00 del 13 agosto la 6a edizione della Corrida cuprense. I partecipanti all’evento, cuprensi e non, allo sbaraglio sono stati 20 tra comici ballerini, cabarettisti, barzellettisti e cantanti. Presentatori della serata Luca Vagnoni e Simona Ficcadenti con la partecipazione della valletta Manuela Caminonni.

Un’attenta giuria tecnica ha scelto i 5 concorrenti finalisti che si sono dimostrati bravi e talentuosi. Tra questi il vincitore è stato decretato dal pubblico in base all’applauso più forte. In questa edizione vi è stato il vincitore in ex-aequo, il duo Edoardo Favelli-Matteo Peci di Massignano che ha proposto uno sketch in vernacolo massignanese. Eseguito per la prima volta nel saggio di fine anno scolastico, dopo un’attenta ricerca di studio sul dialetto come codice linguistico, ormai quasi in disuso soprattutto tra i più giovani.

Proprio strano vedere i due ragazzi recitare in tal modo tanto presi dall’interpretazione. L’altro vincitore è stato Luigi Amato di Grottammare che ha interpretato in modo perfetto la canzone Caruso. Tutti gli sfidanti hanno ricevuto una medaglia ed un attestato di partecipazione. I 5 finalisti hanno avuto anche un orologio dell’estate 2015, Zitto (che indica l’ora sul quadrante al solo tocco) offerto dalla gioielleria Monili di Cupra Marittima.

Ai vincitori della Corrida, come premio, è stato consegnato dal sindaco Domenico D’Annibali, una targa ricordo e un orologio Morellato regalato dalla gioielleria Forti sempre di Cupra Marittima. L’evento è stato organizzato dall’Assessorato al Turismo e alle politiche giovanili del Comune di Cupra M. ed è una manifestazione di svago e di allegria e nel contempo un trampolino di lancio per eventuali talenti.

L’organizzazione al termine della serata ha ringraziato tutti coloro che hanno permesso di svolgere questa serata, dando appuntamento al prossimo anno per trascorrere un’altra serata dell’estate cuprense in allegria.



Questo è un articolo pubblicato il 16-08-2015 alle 09:40 sul giornale del 17 agosto 2015 - 704 letture