Grottammare: riciclaggio, sequestrata la villa e i beni di un grottammarese per 1,2 milioni di euro

1' di lettura 10/04/2015 - I Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ascoli Piceno hanno eseguito un sequestro di beni immobili e rapporti finanziari nei confronti di un uomo residente da anni in città e ritenuto di 'spiccata ed attuale pericolosità sociale' nonchè indiziato di gravi reati.

Gli accertamenti patrimoniali e reddituali eseguiti dalle fiamme gialle del Nucleo di Polizia Tributaria sono scattati dall'evidente sproporzione tra il tenore di vita, discretamente alto, condotto dall’intero nucleo familiare dell' indagato e i redditi dichiarati dagli stessi nel corso degli ultimi 13 anni ammontanti a poco più di 85.000 euro.

Dalla copiosa indagine sulla vita dell'uomo sono emerse attività di truffa, appropriazione indebita, ricettazione, tentato riciclaggio, falso, sostituzione di persona, bancarotta, esercizio abusivo di attività finanziaria, alcune delle quali culminate in diverse condanne, anche irrevocabili.

Il grottammarese negli anni era riuscito ad accumulare un patrimonio immobiliare e mobiliare (anche fittiziamente intestato alla convivente), il cui valore è stato riscontrato in oltre 1,2 milioni di euro.

Tra i beni sequestrati una villa di pregio con corte esclusiva e piscina di tre piani, sita a Grottammare, a poche centinaia di metri dal lungomare.






Questo è un articolo pubblicato il 10-04-2015 alle 13:10 sul giornale del 11 aprile 2015 - 813 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Alessia Rossi, articolo, grottammare criminalità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ahSI





logoEV
logoEV