Emergenza frane e risorse per gli investimenti: D'Erasmo a Roma per incontri alla Protezione Civile e al Ministero delle Infrastrutture

Frane a Magliano e San Cesareo 2' di lettura 10/04/2015 - Il Presidente della Provincia Paolo D'Erasmo si è recato giovedì a Roma presso il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, dove si è incontrato con il dott. Francesco Campopiano dirigente del Servizio Rischio Idrogeologico e Antropico.

A nome della Provincia e di tutti i sindaci del territorio, il Presidente ha evidenziato con forza il rischio per l'incolumità pubblica e privata derivante dal gravissimo dissesto idrogeologico che ha colpito molte aree del Piceno con frane e smottamenti che interessano numerose strade provinciali e comunali a seguito delle forti precipitazioni del 4 - 5 e 6 marzo scorso e i danni al litorale flagellato dalle mareggiate di febbraio. Eventi che, come noto, avevano determinato la richiesta di dichiarazione dello stato di emergenza per tutto il territorio provinciale.

Da parte sua, il dott. Campopiano ha assicurato che entro 30 giorni verrà completata l'istruttoria dell'istanza avanzata dalla Regione Marche e, in caso di esito favorevole, il Consiglio dei Ministri nominerà un Commissario per la ripartizione dei fondi statali su scala regionale con eventuale assegnazione delle prime risorse entro 3 mesi dall'inizio della procedura.

Nello stesso incontro alla Protezione Civile nazionale è stato indicato come possibile percorso complementare per reperire risorse destinate all'emergenza frane, la procedura di accesso ai fondi messi a disposizione dall'Unione Europea per la lotta al dissesto idrogeologico. Le somme sono già state individuate per ciascun Paese dell'Ue, tra cui naturalmente l'Italia, e la loro assegnazione è gestita da un'unità di missione governativa che tratta direttamente con le singole Regioni.

A Roma il Presidente D'Erasmo, accompagnato dall'On. Luciano Agostini, ha fatto tappa anche al Ministero delle Infrastrutture dove, su sollecitazione ed iniziativa della Provincia, è in fase di avanzata istruttoria la richiesta di assegnazione di fondi ex Casmez per 8 milioni di euro. La prossima settimana si svolgerà un ulteriore incontro per una partita decisiva su risorse fondamentali che, qualora assegnate al Piceno, rappresenterebbero una notevole boccata d'ossigeno per le casse dell'Ente consentendo importanti investimenti di manutenzione straordinaria sul territorio.

"Ringrazio il Prefetto per la disponibilità, l'attenzione e la sensibilità con cui sta seguendo l'emergenza frane - dichiara il Presidente D'Erasmo - il vertice di ieri con i Sindaci e Prefettura è stato veramente utile per un aggiornamento sulla situazione e per rafforzare ed accelerare l'iter di richiesta di concessione dello stato di emergenza con l'invio anche di una nota sull'aggravamento dei danni provocati dagli eventi meteo di questi giorni. C'è veramente da parte di tutti i soggetti del territorio una grande mobilitazione per portare a termine gli interventi di ripristino".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2015 alle 15:46 sul giornale del 11 aprile 2015 - 414 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ahS6