Festa di Pasqua. Da dove vengono le usanze e le tradizioni ?

2' di lettura 03/04/2015 - La Pasqua è la principale festa della Cristianità. Essa celebra secondo quasi tutte le confessioni cristiane la resurrezione di Gesù nel terzo giorno dopo la sua morte. Per molti è scontata la sua derivazione dalle Sacre Scritture e dai Vangeli. Molti studiosi, però, hanno messo in dubbio l’autenticità cristiana della celebrazione, in quanto sebbene le Scritture narrino in maniera esaustiva dell’eccezionale miracolo della resurrezione di Cristo, non sembrano esserci elementi che possano classificarla come una vera e propria “festa cristiana”.

Per esempio The Encyclopædia Britannica scrive sorprendentemente: “Non c’è nessuna indicazione della osservanza della festa di Easter [Pasqua] nel Nuovo Testamento, o negli scritti dei Padri apostolici. La santità di tempi speciali fu un’idea assente nella mente dei primi cristiani. . . . Lo storico ecclesiastico Socrate (Hist. Eccl. v. 22) [c. 439 E.V.] dichiara, con perfetta verità, che né il Signore né i suoi apostoli imposero l’osservanza di questa o di qualsiasi altra festa. Egli dice: ‘Gli apostoli non pensarono affatto di stabilire giorni festivi, ma di promuovere una vita di irreprensibilità e pietà’. . . . Questa è senza dubbio la vera dichiarazione del caso”.

Se c’era un avvenimento che sarebbe stato rievocato, questo come si evince dai Vangeli doveva essere l’Ultima Cena di Gesù con gli apostoli. A proposito di questa ricorrenza Andrea Filippini storico del cristianesimo primitivo scrive: “Un’ importanza speciale doveva avere per i primi cristiani la Commemorazione del Pasto Serale del Signore… [la celebrazione] fu subito parte integrante dell’adorazione cristiana”. Protocristianesimo -2013

Tornando alla celebrazione della Pasqua un’enciclopedia cattolica dichiara: “Un gran numero di usanze pagane per celebrare il ritorno della primavera gravitarono sulla Pasqua. L’uovo è il simbolo della vita che germina all’inizio della primavera. . . . Il coniglio è un simbolo pagano ed è sempre stato un simbolo di fertilità”. — The Catholic Encyclopedia.

Un libro di Selezione dal Reader’s Digest, Nel mondo dell’incredibile (1983), dice: “Natale e Pasqua nascono da riti pagani in uso già centinaia d’anni prima della nascita di Cristo”.

Può sembrare strano trovare tra le pieghe della festa, molte usanze pagane antecedenti il cristianesimo, ma ancor più incredibile è sapere che in tedesco e in inglese la parola Pasqua è tradotta Ostern ed Easter e richiama origini caldee ( pagane) e in particolare la dea Astarte nome trovato dagli archeologi sui monumenti assiri anche con il nome di Ishtar. Su questo punto alcuni storici divergono, ritenendo il nome tedesco della Pasqua, appunto Ostern, originario dalla mitologia nordica.

In ogni caso, un sguardo storico approfondito sulle usanze e tradizioni religiose, spesso rivela particolari interessanti e offre una diversa visuale, gettando una luce diversa sulle origine di feste e celebrazioni molto comuni tra le persone.


di Roberto Guidotti  
redazione@viveresanbenedetto.it





Questo è un articolo pubblicato il 03-04-2015 alle 13:08 sul giornale del 04 aprile 2015 - 1065 letture

In questo articolo si parla di cultura, comune di San Bendetto del Tronto, articolo, usanze Festa di Pasqua

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ahC7