Mura affrescate con disegni orientali. Una casa diversa e colorata al Paese Alto

1' di lettura 01/04/2015 - Quando si va in giro in una città, capita spesso di vedere muri imbrattati con parole volgari, oscenità o messaggi “personali” con nomi, dichiarazioni o proponimenti. Questo senza contare le scritte sulle squadre di calcio anche queste con ingiurie e parolacce verso gli avversari.

A differenza di questi, i murales invece sono riconosciuti come forme d’arte e gli enti pubblici cercano di commissionarli o lasciare che appositi spazi vengano utilizzati dai disegnatori di pittura murale. Nel Paese Alto attraversando via Conquiste, la strada del Cimitero, è possibile osservare una casa affrescata con colori, rappresentazioni grafiche e disegni, che risalta notevolmente rispetto alle altre.

Le figure richiamano motivi di stampo orientale; ci sono dee indiane e altre figure mitologiche o religiose che sicuramente esulano dalla tradizione occidentale; segno anche della presenza immigratoria in città, in questo caso di persone provenienti da paesi orientali. Tra i disegni anche figure relative la natura e diverse strisce decorative. In ogni caso un modo per abbellire una casa e le mura che le appartengono.

Il luogo dove sono state affrescate le pareti esterne sono su un passaggio che conduce alla scuola Armando Marchegiani, quindi percorso da molti genitori e bambini. Un modo diverso di imbiancare pareti esterne con colori vivaci e raffigurazioni di forte impatto cromatico che almeno fanno di un percorso urbano, qualcosa d’insolito e questo a prescindere se i disegni piacciano o no.


di Roberto Guidotti  
redazione@viveresanbenedetto.it







Questo è un articolo pubblicato il 01-04-2015 alle 09:52 sul giornale del 02 aprile 2015 - 1081 letture

In questo articolo si parla di cronaca, comune di San Bendetto del Tronto, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ahv3





logoEV
logoEV