Martinsicuro: colto con l'eroina punta il coltello contro i carabinieri, arrestato 25enne tunisino

1' di lettura 25/03/2015 - Durante un'operazione antidroga dei carabinieri del Radiomobile sambenedettese di lunedì 24 marzo, al confine tra Marche e Abruzzo, è cominciato un lungo pedinamento dei militari su alcuni tossicodipedenti della zona per individuare i loro pusher. Un pedinamento che poteva finire in tragedia.

Giunti alle porte di Martinsicuro ad attendere i “clienti” c’era una tunisina di 25 anni colta dai carabinieri nel bel mezzo dell’attività di spaccio e quindi arrestata.

Ma proprio in questa fase è stata individuata un’altra persona: un venticinquenne, anch’egli tunisino, controllato dai militari che hanno anche voluto estendere la perquisizione alla sua abitazione. Quì è cominciato un parapiglia, il ragazzo in preda alla paura e visibilmente nervoso ha afferrato un coltello da cucina e minacciato i militari i quali sono riusciti fortunatamente a toglierlo di mano all'aggressore e poi a bloccarlo nonostante le resistenze e le minaccie fisiche e vrebali.

I carabinieri hanno proseguito la perquisizione ed hanno scoperto che il 25enne possedeva in casa due dosi di eroina per la quali sarebbe stato al massimo segnalato come assuntore. E’ invece stato arrestato per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale.






Questo è un articolo pubblicato il 25-03-2015 alle 22:35 sul giornale del 26 marzo 2015 - 584 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Alessia Rossi, articolo, minaccia cabineri Martinsicuro, radiomobile carabinieri San Benedetto del Tronto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ahfJ





logoEV