Porto e sicurezza: siglato il Protocollo d'intesa per garantire la navigabilità e la sicurezza della marineria

1' di lettura 21/03/2015 - E' stato reso ufficiale il protocollo d’intesa tra Comune di San Benedetto del Tronto, Regione Marche, Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto e Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche sui lavori di escavo del porto di San Benedetto del Tronto.

L'accordo fra i diversi Enti ha definito gli obiettivi del progetto esecutivo, la gestione degli incarichi e dei relativi finanziamenti oltre alla verifica di poter utilizzare il materiale dragato per il ripascimento del litorale recentemente eroso.

Ogni ente ha assunto uno specifico onere: il Comune si occuperà degli studi ambientali e delle autorizzazioni necessarie; della gestione dei finanziamenti finalizzati alla caratterizzazione dei materiali, nonchè dell’eventuale affidamento dell’incarico e l’onere sulla scheda di bacino portuale.

Il Provveditorato curerà la progettazione, l’affidamento e la direzione lavori; la Regione con l’ARPAM provvederà alla caratterizzazione dei materiali anche ai fini del loro eventuale riutilizzo ed infine la Capitaneria di Porto vigilerà sui relativi adempimenti dei dati necessari per la scheda di bacino portuale oltre alla disciplina delle attività connesse alla caratterizzazione dei sedimenti, all’escavo e all’eventuale ricollocazione dei materiali dragati.

Per l’intervento la Regione Marche ha messo a disposizione 100.000 euro mentre l'Amministrazione comunale sosterrà la somma di 50.000 euro.






Questo è un articolo pubblicato il 21-03-2015 alle 12:11 sul giornale del 24 marzo 2015 - 366 letture

In questo articolo si parla di attualità, Alessia Rossi, articolo, comune di San Benedetto de Tronto, Protocollo d'Intesa Porto di San Benedetto del Tronto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ag4t





logoEV
logoEV