Dialisi per vacanzieri: a San Benedetto si può

1' di lettura 20/03/2015 - A San Benedetto si può trascorrere le vacanze e sottoporsi a dialisi se purtroppo si ha questa necessità. Infatti non è facile per chi fa la dialisi recarsi in vacanza e trovare strutture sanitarie che permettano il trattamento fuori casa.

Per la prossima stagione turistica la Giunta regionale delle Marche garantirà il servizio, anche in orari notturni, aderendo alla richiesta che l'Associazione nazionale emodializzati ha rivolto a tutte le Regioni italiane. Le Marche "continueranno a garantire un servizio che mette in risalto la sensibilità della Regione verso le persone fragili", ha detto l'assessore alla Salute Almerino Mezzolani.

La Regione finanzia il progetto con 150mila euro che serviranno a implementare e potenziare le attività dialitiche nella stagione estiva. Nel 2014 sono stati assistiti 138 turisti per un totale di 1.405 prestazioni (a fronte delle 1.397 del 2013), di cui 618 in orario notturno. Sette assistiti erano stranieri, mentre le provenienze italiane più rappresentative, su base provinciale, sono state Roma (35 persone), Milano (23) e Perugia (11).

Oltre che nel collaudato Centro dialisi di San Benedetto situato nell’ospedale Madonna del Soccorso, altri centri sono Pesaro, Fano e Civitanova Marche mentre nell'entroterra c'è Tolentino che ha assicurato il servizio anche per Macerata.


di Roberto Guidotti  
redazione@viveresanbenedetto.it





Questo è un articolo pubblicato il 20-03-2015 alle 12:13 sul giornale del 21 marzo 2015 - 601 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di San Bendetto del Tronto, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ag1J





logoEV
logoEV