Innovazione digitale e imprese: in arrivo i fondi europei 2014-2020 e un corso 'Euro- progettazione' per imparare a cogliere le opportunità finanziarie

5' di lettura 13/03/2015 - Dopo il via libera della Commissione Europea al Programma Operativo Regionale (POR) 2014-20 delle Marche per il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR ) del 12 febbraio sono previsti a brevissimo tempo i primi bandi in favore delle imprese marchigiane a valere su tali risorse. Di seguito un elenco e le linee guida dei contributi alle imprese volti a favorire i processi di innovazione aziendale e l'utilizzo delle nuove tecnologia digitali.

Iniziamo col primo bando: "Voucher per favorire i processi di innovazione aziendale e l'utilizzo di nuove tecnologie digitali”.

Investimenti ammissibili

Le linee di intervento previste sono di seguito indicate:

Misura A: adozione di nuove tecnologie digitali (ict)

1. Extended Enterprise. a. dematerializzazione, gestione documentale; b. fatturazione elettronica; c. eSupply Chain execution; d. eSupply Chain Collaboration; e. eSeller Management; f. forza vendita;

2. ECommerce.

3. Energy Managment;

4. Social Commerce;

5. Digital Marketing;

6. Social communication..

Misura B 1 : processi di innovazione aziendale:

1. Acquisto di Sistemi e di Servizi di consulenza per l'Automazione industriale.

2. Acquisto di Sistemi e di Servizi di consulenza per Smart and Digital Factories.

3. Sistemi produttivi flessibili.

4. Acquisto di Sistemi e di Servizi di consulenza per la Produzione rapida.

5. Acquisto di attrezzature e di servizi tecnici per la sperimentazione.

6. Acquisto di tecnologie e servizi per supportare la progettazione e lo sviluppo di prodotti multifunzione, modulari e configurabili.

7. Acquisto di servizi per la rilevazione dei livelli di inquinamento ambientale.

B 2) Design e eco-design

1. Acquisizione di metodologie, anche attraverso consulenze, e strumenti LCA e LCC per la minimizzazione dell’impatto ambientale ed i costi.

2. Acquisizione di metodologie, anche attraverso consulenze, e strumenti avanzati per la progettazione di prodotti di alta qualità attraverso tecnologie digitali innovative di modellazione e simulazione del prodotto e del sistema di produzione.

3. Acquisizione di metodologie, anche attraverso consulenze, e strumenti per la progettazione integrata (progettazione simultanea prodotto-processo-sistema, ad esempio prevedendo fin dalla progettazione

le successive fasi del ciclo di vita come lo smontaggio e il riciclaggio dei materiali).

4. Acquisizione di metodologie, anche attraverso consulenze, e strumenti per la progettazione di prodotti user-centered.

B 3) Tutela della proprietà intellettuale e della tracciabilità del prodotto

1. Servizi per la tutela della proprietà intellettuale.

2. Servizi e costi sostenuti per il deposito di marchi, brevetti, disegni e modelli e acquisto di licenze (certificato di registrazione).

3. Servizi e costi sostenuti per l’estensione di una o più domande di brevetto nazionale a livello europeo.

4. Realizzazione del sistema di etichettatura per la tracciabilità del prodotto;

5. Servizi di consulenza tecnico-normativa per certificazione prodotti venduti all’estero.

B 4) Innovazione commerciale

1. Studi di settore e ricerche di mercato;

2. Studi di innovazione tecnologica e/o di fattibilità;

3. Analisi e sviluppo di piani commerciali e di marketing;

4. Servizi di consulenza per la ricerca e la selezione del percorso certificativo più efficace ed efficiente e per l’ottenimento di certificazioni di qualità, di prodotto, di processo, ambientale, di sicurezza ed etica.

Entità del Contributo
La Regione concede contributi a titolo di “de minimis” sottoforma di Voucher nella misura del 50% del costo dell’investimento. Il contributo può variare secondo le esigenze delle PMI, fino ad un importo non superiore a € 60.000,00 di cui € 20.000,00 per le tecnologie digitali e € 40.000,00 per l’innovazione dei processi aziendali. L’investimento minimo ammissibile è di € 10.000,00 (IVA esclusa).

Soggetti beneficiari
Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal presente bando le micro, piccole e medie imprese, industriali o artigiane. L’attività economica, principale o secondaria, come risultante dal certificato CCIAA, deve rientrare nelle attività identificate dai seguenti codici ATECO 2007:
B. estrazione di minerali da cave e miniere
C. attività manifatturiere
D. fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
E. fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento
F. Costruzioni

Tempi di realizzazione dell’investimento
Le spese ammissibili decorrono dalla data di presentazione della domanda (fa fede la data di invio della P.E.C.). L’erogazione dei servizi e/o la consegna dei beni/attrezzature oggetto del voucher e la relativa fatturazione devono avvenire entro e non oltre 12 mesi dalla data del decreto di concessione del voucher.

Risorse disponibili e scadenza
Per il presente bando sono disponibili 4,6 milioni di Euro, ripartite nel seguente modo:
€ 1.800.000,00 per la Linea di intervento A;
€ 2.800.000,00 per la Linea di intervento B;
Il bando verrà pubblicato dopo l’approvazione definitiva del POR FESR Marche 2014-20 da parte del Consiglio Regionale, prevista per fine marzo. La procedura sarà a sportello per cui si invitano le imprese ad adoperarsi sin d’ora per prepararsi ed essere pronti a presentare la domanda non appena il bando sarà aperto, in quanto le domande saranno esaminate secondo l’ordine cronologico di presentazione via PEC.

Per approfondire il funzionamento operativo di questo ed altri bandi regionali, nazionali e comunitaria la Fideas ha organizzato a Porto San Giorgio nei giorni 19, 20 e 21 marzo 2015 un corso di Euro-Progettazione. Per maggiori informazioni visitare il sito web: http:/formazionefideas.wordpress.com

La Fideas applica uno sconto de 50% nel caso di iscrizione di 2 soggetti appartenenti alla stessa organizzazione: 1 paga e 2 partecipano. Per aderire all’offerta è necessario iscriversi utilizzando l’apposita scheda e scrivendo a fianco del prezzo scontato “speciale UNODUE”.






Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 13-03-2015 alle 21:54 sul giornale del 14 marzo 2015 - 1534 letture

In questo articolo si parla di economia, pubbliredazionale, giuliano bartolomei, fideas srl e piace a fidbart

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/agJd

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere Impresa





logoEV
logoEV