Presentato lo studio sul cambiamento climatico del territorio: San Benedetto prende i suoi provvedimenti

2' di lettura 07/03/2015 - Il 7 Marzo, presso la Sala Giunta del Comune di San Benedetto del Tronto, è stato presentato lo studio (con dati aggiornati al dicembre 2014) sul cambiamento climatico a cura del Professore Massimiliano Fazzini – Docente rischio climatico e geomorfologia all’Università di Ferrara - e presentato dall’Assessore all’Ambiente Paolo Canducci.

Grazie ai dati registrati dalle cinque centraline metereologi che sparse sul territorio sambenedettese (Ipsia, Ispra, Ponte Tesino, Kursaal e Meteorivierapicena)il Prof. Fazzini ha effettuato un’elaborazione certosina del nostro clima analizzando trend pluviometrici e termometrici.

E’ emerso, negli ultimi 20 anni, un aumento delle temperature massime e una leggera diminuzione delle minime: secondo il Prof. Fazzini il nostro clima si sta continentalizzando (e non tropicalizzando come in tanti sostengono)con una differenza sempre più netta tra massime e minime. Il clima sambenedettese si è rivelato favorevole e moderato rendendo la nostra città un buon posto in cui vivere.

Ma l’attuale Amministrazione sta prendendo in considerazione questi dati? E quali saranno gli interventi pratici in città?
“Bisogna adattarsi ai cambiamenti climatici e prevedere interventi mitiganti”ha spiegato l’Assessore Canducci.
E l’Amministrazione Comunale sembra già sulla giusta strada: in programma infatti la realizzazione di un nuovo asfalto e la creazione di un viale alberato in via Manzoni che limiterebbe il problema delle isole del calore.

Altro intervento necessario sarà la creazione di vasche per la raccolta di acque bianche destinato all’area portuale e che agevolerà lo smaltimento d’acqua lungo le strade. Intervento già realizzato a Barcellona (e prossimamente a Copenaghen) con ottimi risultati.

San Benedetto sarà la terza città dopo Ancona e Bologna ad adottare il piano di adattamento al cambiamento climatico uguagliandosi a città europee come Berlino e Parigi.
“L’Amministrazione Gaspari si è concentrata sui sottoservizi. La climatologia deve essere uno strumento importante e necessario”ha concluso Canducci.

E il Prof. Fazzini ha avvalorato la buona condotta del Comune”l’Amministrazione si sta muovendo bene” definendo lo studio fatto una fase preparatoria ma un buon punto di partenza.
I dati raccolti saranno pubblicati presto sul sito del Comune e l’Assessore Canducci ha espresso il desiderio di poter presentare lo studio alle scuole per poter avvicinare i giovani al tema, suggerendo magari percorsi accademici legati al clima e ai suoi cambiamenti.


di Valentina Vagnoni
redazione@viveresanbenedetto.it







Questo è un articolo pubblicato il 07-03-2015 alle 17:05 sul giornale del 09 marzo 2015 - 610 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo, Valentina Vagnoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/agoX





logoEV