Contributi per l'attivazione di un servizio di connettività a banda larga

3' di lettura 24/11/2014 - Nell’ambito delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo del sistema economico locale, la Camera di commercio di Ascoli Piceno intende favorire i processi di innovazione delle imprese mediante l’erogazione di un contributo a fondo perduto per l’attivazione di un servizio di connettività a banda larga (almeno 2 Mbit/s in ricezione) con qualsiasi tecnologia di rete fissa, radio (in modalità fissa) e satellitare.

Il bando è rivolto alle imprese della provincia di Ascoli Piceno che, a partire dal 1° gennaio 2014 abbiamo attivato un servizio di connettività a banda larga.
Il bando è assolutamente neutrale per quanto riguarda la tecnologia che sarà scelta dalle imprese per la connettività a banda larga.

Ogni impresa con sede legale e/o operativa nella Provincia di Ascoli Piceno potrà presentare una sola domanda di contributo relativa a una sua sede/unità locale e a un solo numero di linea nella Provincia di Ascoli Piceno.

Le spese oggetto del contributo saranno relative all’acquisto e installazione dell’apparato di trasmissione e ricezione (modem, antenna o parabola), alla realizzazione di una rete LAN interna (anche in tecnologia Wi-Fi), all’eventuale PC (uno solo) corredato del software di base e al canone mensile del servizio di connettività (sul numero di linea oggetto del contratto) fino a un massimo di 8 mesi temporalmente contigui a partire dalla data di attivazione del servizio.

Nello specifico le spese ammissibili sono:

- eventuale acquisto, una tantum, dell’apparato di trasmissione e ricezione lato utente (modem, antenna, parabola), se non fornito, anche in comodato d’uso, dall’operatore che eroga la connettività, e sua installazione 2;

- spese per la realizzazione di una rete LAN, anche in tecnologia Wi-Fi, (apparati quali switch, router, firewall, access point, installazione, eventuale cablaggio, configurazione) interna alla sede/unità locale per la quale si richiede il contributo purché sostenute in una data congruente con quella di attivazione del servizio di connettività;

- acquisto di un PC (desktop) equipaggiato di software di base purché effettuato in una data congruente con quella di attivazione del servizio di connettività per un massimo di 500,00 euro;
- una tantum eventualmente applicata dall’operatore per l’attivazione del servizio;

- canone mensile del servizio di connettività a banda larga sottoscritto comprensivo dell’eventuale comodato d’uso dell’apparato di trasmissione e ricezione, fino a un massimo di 8 mesi temporalmente contigui a partire dalla data di attivazione del servizio.

Non possono essere riconosciuti titoli di spesa antecedenti al 1° gennaio 2014.

Ogni impresa con sede legale o operativa nella Provincia di Ascoli Piceno potrà presentare una sola domanda di contributo.
Il contributo a fondo perduto, al lordo delle ritenute d’acconto del 4%, per singola azienda sarà pari al 80% delle spese ammissibili rendicontate al netto dell’IVA.

In ogni caso il contributo massimo erogabile non potrà superare il valore di 1.500,00 euro per ogni domanda.
Ai fini dell’ammissione del contributi le spese ammissibili rendicontate, sempre al netto dell’IVA, non dovranno essere inferiori a 500,00 euro.

La dotazione finanziaria prevista per tale intervento è pari a € 50.000.

Le domande devono pervenire entro il 15 dicembre 2014.

Per informazioni FIDEAS SRL, Borgo Cappuccini n. 3, 63073 Offida (AP), Tel. 0736/880843, Email: fideas@topnet.it; skype: fideasinfo, Facebook: FideasSrlOffida.






Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 24-11-2014 alle 08:12 sul giornale del 25 novembre 2014 - 1770 letture

In questo articolo si parla di economia, pubbliredazionale, Comune di San Benedetto del Tronto, giuliano bartolomei, fideas srl, camera di commercio Ascoli Piceno e piace a fidbart

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/abXJ

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere Impresa





logoEV