Grottammare: un informatore medico grottammarese fra gli arrestati nell'operazione 'Medici low cost'

1' di lettura 21/11/2014 - Vincenzo Ruotolo , 64 anni è tra gli arrestati nell’inchiesta battezzata dai carabinieri del Nas di Livorno “Medici low cost” sul latte in polvere “indigesto” per i medici che lo prescrivevano e per chi macchinava, con l’obiettivo di aumentare le vendite del prodotto e incassare provvigioni in più.

L’inchiesta si è conclusa nelle prime ore di venerdì 21 con 18 arresti ai domiciliari .Sono stati centodieci carabinieri dei Nas e delle rispettive zone territoriali ad eseguire in Toscana, Lombardia, Marche e Liguria, le ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di 12 medici pediatri tra cui due primari, 5 informatori scientifici e un dirigente d’azienda, oltre a 26 decreti di perquisizione.

L’accusa è di corruzione nell’ambito della commercializzazione di latte artificiale per l’infanzia.

È stata una segnalazione anonima arrivata ai carabinieri del Nas di Livorno nel giugno 2013 a far scattare l'indagine che ha scoperto un giro di medici e informatori scientifici accusati di far acquistare latte artificiale alle neomamme per l'allattamento dei figli anche se non ce n'era bisogno.

Secondo gli investigatori era «consolidata e diffusa la pratica corruttiva che alcune note ditte di alimenti per l’infanzia praticava per indurre numerosi pediatri a prescrivere latte artificiale ai neonati dietro elargizione di tangenti - sottoforma di costosi viaggi e regali di lusso - ed aumentarne così le vendite».

Gli arrestati sono ora ai domiciliari.


di Roberto Guidotti  
redazione@viveresanbenedetto.it





Questo è un articolo pubblicato il 21-11-2014 alle 21:36 sul giornale del 22 novembre 2014 - 842 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Comune di Grottammare, comune di San Bendetto del Tronto, articolo, Nas Livorno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/abS4





logoEV
logoEV