SEI IN > VIVERE SAN BENEDETTO > CRONACA
articolo

Disposta l'autopsia sul corpo di Di Ramio

1' di lettura
657

La morte dell'avvocato sambenedettese, vittima di in un incidente sabato 30 agosto a L'Aquila, città dove da anni esercitava la sua professione, ha destato commozione e incredulità in città.

Il magistrato della procura abruzzese Maria Antonietta Picardi ha infatti disposto l'esame autoptico al fine di stabilire la dinamica effettiva della tragedia, e scoprire se dietro alla causa dell'improvviso sbandamento dell'autovettura di Di Ramio possa esserci un improvviso malore, un colpo di sonno o altro.

Sul sangue della vittima sono inoltre stati disposti gli esami tossicologici ai quali dovrà sottoporsi anche il conducente dell'altra auto, un rumeno di 40 anni.

Secondo le prime ricostruzioni, in base alle tracce lasciate dai pneumatici sull'asfalto, sembrerebbe che la Smart cabrio condotta dall'avvocato abbia invaso seppur di poco la corsia lungo la quale sopraggiungeva, in direzione opposta, la Polo Station wagon con a bordo il romeno, che è ferito ma non corre pericoli.

Ora i risultati dell'autopsia daranno delle risposte ai tanti dubbi di questa triste vicenda.



Questo è un articolo pubblicato il 02-09-2014 alle 10:09 sul giornale del 03 settembre 2014 - 657 letture