'Idee nel Vento, i porti del futuro': in arrivo un altro nome tra gli artisti urbani

2' di lettura 25/06/2014 - Sabato 12 e domenica 13 luglio un noto artista animerà l'evento previsto dal cartellone di «Idee nel Vento – I Porti del Futuro», organizzato da EurHope e Fondazione Libero Bizzarri. Si tratta di Pao, artista milanese classe 1977, famoso per aver dato un’anima all’arredo urbano di Milano, trasformando i dissuasori del traffico in delfini, i paracarri in pinguini, i pali della luce in margherite, i bagni pubblici in lattine Campbell.

Pao, al secolo, Paolo Bordino, comincia la sua attività artistica come macchinista, tecnico del suono e tecnico di scena nella compagnia di Dario Fo e Franca Rame; studia e lavora al Teatro della Scala a Milano. Le sue prime performance di Street Art risalgono al 2000, poi, nel 2005, ha fondato lo Studio Paopao.

Dopo l’incontro con la graphic designer Laura Pasquazzo, gli studi di Pao hanno cominciato a svilupparsi in differenti campi quali la grafica, il web design, il merchandising e l’artigianato. Nel 2007, dopo lo show «Street art sweet art» al PAC a Milano, l’interesse per il suo lavoro è aumentato e Pao è stato così portato le sue performance in spazi pubblici, musei e gallerie d’arte di tutta l’Europa.

Insieme a lui, tanti altri artisti urbani lavoreranno sulle grandi vele che, sabato 19 luglio, animeranno la regata che chiuderà questa prima edizione di «Idee nel Vento – I Porti del Futuro».

Il 12 e il 13 luglio, chiunque potrà assistere alla creazione artistica, in uno spazio che si estenderà tra il porto e il molo sud, in modo da unire idealmente le due vocazioni cittadine: quella turistica e quella portuale. Tradizione e futuro si fondono nell’arte.

Di seguito le foto dei lavori di Pao.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-06-2014 alle 14:54 sul giornale del 26 giugno 2014 - 608 letture

In questo articolo si parla di attualità, spettacoli, Fondazione Libero Bizzarri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/6m7