Sentenza Tar: il ricorso del pdl deve attendere il 3 luglio

150 anni del nome 'San Benedetto del Tronto' 1' di lettura 20/06/2014 - Il gruppo consigliare di opposizione che ha presentato ricorso al tribunale amministrativo regionale contro le irregolarità presunte del consiglio comunale del 30 aprile dovrà aspettare ancora qualche settimana per conoscre l'esito della complicata vicenda.

Il TAR ha deciso venerdì mattina, 20 giugno la sospensiva e ha rinviato la sentenza relativa a questo secondo ricorso dell'opposizione sulla delibera bis sull'assestato di bilancio approvata il 30 aprile scorso.

Per il Pdl la delibera tornata al voto nell'assise è illegittima, la Prefettura e il Ministero dell'Interno, interpellati da Gaspari, non non hanno chiarito "come doveva essere l'atto, cosa avrebbe dovuto contenere in sostanza non ci sarebbe stato il riconoscimento dei debiti fuori bilancio maturati da novembre ad aprile".

Il primo ricorso riguardava il tanto concitato consiglio lampo del 30 novembre del 2013 convocato senza i termini previsti dal regolamento, una vicenda travagliata discussa per mesi tra l'amministrazione Gaspari, il gruppo di minoranza e la magistratura che animò le spaccature interne rischiando di bloccare l'attività amministrativa.

Continuano quindi i colpi e i contraccolpi che alimentano un caso singolare di giurisprudenza ma che, sicuramente non giovano ad un'attività amministrativa costruttiva. Ma questa è la politica e una maggioranza che deve continuamente difendersi non deve mollare mai un attimo la presa pe rimanere integra.






Questo è un articolo pubblicato il 20-06-2014 alle 15:57 sul giornale del 21 giugno 2014 - 540 letture

In questo articolo si parla di politica, Comune di San Benedetto del Tronto, Alessia Rossi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/6at