L' assessore Urbinati racconta l' impegno dell' europarlamentare Guido Milana

assessore Fabio Urbinati 1' di lettura 10/04/2014 - Grazie alla concreta e ed impegnata azione di Milana, vice presidente della Commissione pesca al Parlamento europeo, la pesca è diventata un luogo quotidiano di confronto e crescita, dove i bisogni dei pescatori e delle marinerie sono sempre stati al centro della riflessione politica.

Sia la riforma europea della pesca, ma ancora di più il FEAMP (il Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca) sono stati approvati tenendo conto della volontà e dei voleri dei pescatori, delle istituzioni e delle organizzazioni sindacali. In particolare il lavoro sull’Adriatico e il rapporto sulla strategia per la pesca nel mare Adriatico e nel mar Ionio rappresentano un pilastro su cui fondare la prospettiva sociale ed economica di questa attività.

Candidando i pescatori ad essere sentinelle del mare, Milana ha trovato l’equilibrio tra l’attività economica, la difesa dell’ambiente e la necessità di rendere il mare una vera e propria miniera dove non si può solo estrarre, ma che si deve soprattutto coltivare. Ha dato in concreto sostanza al settore della pesca, rimettendolo al centro delle attenzioni dell’Europa e dell’Italia in particolare.

Mi chiedo chi saranno – e se ci saranno – i prossimi candidati capaci di cogliere le istanze della pesca come ha fatto l’europarlamentare Milana.


da Fabio Urbinati
Assessore alle politiche del mare





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2014 alle 18:50 sul giornale del 11 aprile 2014 - 959 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comune di San Benedetto del Tronto, Fabio Urbinati, comune di San Bendetto del Tronto, Fabio Urbinatipesca San Benedetto del Tronto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/2nT





logoEV
logoEV