Appuntamento con 'Salute in cammino di domenica'

2' di lettura 30/01/2014 - “Vuoi fare attività fisica? Ami stare in compagnia? Ti piace stare all’aria aperta? Partecipa a Salute in cammino di domenica”. E’ questo l’invito che Cooperativa Cogeas, Cooperativa DSA ed Associazione ACCT fanno a tutti coloro che domenica 2 febbraio, a partire dalle ore 9,30 in Piazza del Pescatore, vogliono camminare in compagnia per un’ora.

L’iniziativa è della Cooperativa Cogeas di Grottammare che ha ottenuto il sostegno del Gruppo d’azione costiera Marche Sud nell’ambito dell’avviso pubblico per la presentazione di progetti sul Fondo Europeo della pesca (Asse prioritario 4.1 Piano di sviluppo locale).

Alla realizzazione dell’iniziativa stanno collaborando l’U.S. Acli Marche (ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni ed associazione di promozione sociale riconosciuta dalla Regione Marche), l’Agci Marche (organizzazione di tutela e rappresentanza del mondo cooperativo riconosciuta dal Ministero delle attività produttive), e la Susan G. Komen Onlus di Roma organizzazione che porta avanti iniziative di lotta ai tumori al seno. L’iniziativa è gratuita e permette ai partecipanti di occuparsi della propria salute stando in compagnia con un camminata della durata di circa un’ora per un percorso di circa 5 chilometri partendo da Piazza del Pescatore a San Benedetto del Tronto.

L’iniziativa intende valorizzare i luoghi della marina sambenedettese attraverso una salute passeggiata ma anche attirare l’attenzione su uno stile di vita corretto. "In Italia oggi, ci sono 5.800.000 persone obese e 20.500.000 persone in sovrappeso. Nel mondo oggi, ci sono 300.000.000 di persone obese e più di 1 miliardo di persone in sovrappeso. Il sovrappeso e l'obesità costituiscono uno dei più importanti problemi di salute pubblica per l'uomo del terzo millennio.

Non c'è nessuna nazione al mondo in cui l'obesità non sia in aumento. L'epidemia si propaga a gran velocità. E la cosa più spaventosa è che fino ad ora nessuno è riuscito a fermarla”. (Stephen Roessner,Presidente dell'Associazione Internazionale Studi sull'Obesità). "In Italia oggi, muoiono 57.000 persone all'anno per obesità e l'obesità costa allo Stato 23 miliardi di euro all'anno”. (Rapporto sull'obesità, Istituto Auxologico Italiano). "Nel mondo muoiono di fame 800 milioni di persone all'anno e più di 1 miliardo di persone all'anno muore per cattiva alimentazione”. (William Reymond,Toxic, Ed. Nuovi Mondi) " Il 24% dei bambini italiani sono in sovrappeso e il 13% sono obesi”. (ASL TO4, Okkio alla Salute).

L’eccesso ponderale è uno dei principali fattori che sostengono l’aumento delle malattie croniche non trasmissibili. Nella Regione Marche nel 2011, secondo i dati Passi (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia) il 32% degli adulti di 18-69 anni risulta in sovrappeso e il 12% risulta obeso, complessivamente quindi più di quattro persone su dieci (44%) risulta essere in eccesso ponderale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-01-2014 alle 11:50 sul giornale del 31 gennaio 2014 - 1296 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/XKY





logoEV
logoEV