Entro il 15 aprile l'approvazione del piano di riequilibrio della Provincia

Piero Celani 1' di lettura 04/04/2013 - Sarà approvato entro il 15 Aprile prossimo il Piano di riequilibrio della Provincia di Ascoli Piceno, che appianerà lo sforamento del Patto di stabilità

Uno degli elementi cardine del Piano risiede nello sbloccamento della controversia tra la Provincia di Ascoli e quella di Fermo riguardante la divisione del pagamento della sanzione imposto dalla Ragioneria di Stato del Ministero dell’Economia e Finanza.

Ascoli, tramite il presidente della provincia Celani, chiede infatti di saldare la mora in condominio con Fermo, mentre quest’ultima chiede che le spese vengano sostenute interamente dalla provincia picena. A far pendere la bilancia a favore di Ascoli c’è una dichiarazione della Corte dei Conti che, in sostanza, riconosce che il Piceno abbia dovuto rimodulare interamente le sue spese dopo che nel 2009 Fermo ha costituito provincia a sé.

Tuttavia, a causa di un vuoto legale a riguardo, secondo la Ragioneria dello Stato, Ascoli si troverebbe a dover pagare per intero la cifra sanzionatoria di 10 milioni di euro, cosa che per un ente già in difficoltà a causa dei tagli, sarebbe un vero e proprio disastro. Nei prossimi giorni è attesa la risposta della Ragioneria per risolvere questa nodosa vicenda, tuttavia la provincia di Ascoli è fiduciosa delle sue credenziali e attende la risposta del Ministero.


di Gabriele Ferretti
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 04-04-2013 alle 11:09 sul giornale del 05 aprile 2013 - 735 letture

In questo articolo si parla di politica, provincia di fermo, Piero Celani, patto di stabilità, gabriele ferretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/Lm8





logoEV
logoEV