'L'Italia dei capolavori', un'iniziativa in occasione della festa di San Giuseppe

Italia dei capolavori 3' di lettura 15/03/2013 - La Festa di San Giuseppe: L’Italia dei Capolavori, domenica 17 marzo 2013, è un’unica iniziativa proposta dal Movimento Lavoratori di Azione Cattolica che si radica nelle regioni, tra cui le Marche.

Un variegato affresco i cui tasselli sono altrettanti modelli imprenditoriali, che sono motore di sviluppo e strumento per educare ad esso, in una giornata di festa all'interno delle aziende e dei luoghi di lavoro insieme alle famiglie, quale straordinaria preparazione alla 47 Settimana Sociale di Torino 2013. “L’Italia dei capolavori” è un grande viaggio per la penisola, tra storie e persone, all’insegna dello sviluppo.

Questi sono gli “abbinamenti” che compongono il nostro affresco: Rossano Calabro in Calabria (piccola cooperativa / Progetto Policoro), Loppiano in Toscana (insieme alla comunità dei Focolarini, la festa sarà dedicata all’economia di comunione come modello e motore di sviluppo), Acireale per la Sicilia sull’impresa familiare, Brindisi in Puglia sull’impresa agricola, Bologna (qui l’obiettivo è abbracciare le imprese terremotate e, pertanto, il modello posto a tema è la solidarietà) ed infine Roma (all’interno della Stazione Termini!) sul volontariato. A Carbonia in Sardegna presso il Polo Minerario di Serbariu.

Le Marche si ritrovano a San Benedetto del Tronto, accolte dall’Azione Cattolica diocesana, presso la zona del porto, nella sede dell’Associazione Pescatori Sambenedettesi dalle ore 9.30, per narrare quanto sia forte il legame dell’impresa marinara con la vita della comunità locale. È la storia di un modello d’impresa che ha contribuito allo sviluppo della città e può essere occasione per una nuova stagione se non si dimentica che al centro del lavoro c’è la persona, la famiglia, la comunità locale e non solo.

A dare voce al racconto dell’impresa marinara saranno i pescatori, dell’Associazione pescatori Sambenedettesi, i giovani del progetto innovativo NoStrano della Cooperativa S. Pietro, la responsabile della Consulta Laicale diocesana che tratteggerà la figura di mons. Sciocchetti, sottolineando come nella sua instancabile opera pastorale attenta alla vita delle persone, nel 1912, su sua concessione fece scendere in mare il S.Marco, un “portapesce”, e cioè il “primo battello peschereccio con motore ausiliario varato in Italia”.

Per questa sua geniale innovazione il Curato fu premiato con medaglia d’oro dal Ministero dei Lavori Pubblici. Interverranno anche l’assessore di San Benedetto allo Sviluppo economico Fabio Urbinati e la delegata regionale dell’Azione Cattolica Antonella Monteverde. Sarà possibile poi visitare insieme le strutture del porto. Come in ogni regione, l’obiettivo è coinvolgere ragazzi, giovani ed adulti, che trascorreranno insieme l’intera giornata attraverso dibattiti, visite guidate, etc.

Regione per regione, impresa per impresa, per essere protagonisti di un irripetibile evento di testimonianza e condivisione "per il lavoro, la famiglia e la festa", sarà anche possibile seguire lo svolgimento in contemporanea delle otto feste per tutta domenica 17 marzo 2013, dalle ore 9.00 in poi, su http://www.streamago.tv/user/27658/user-channels/






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-03-2013 alle 19:06 sul giornale del 16 marzo 2013 - 554 letture

In questo articolo si parla di cultura, azione cattolica, san benedetto del tronto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/KFF





logoEV
logoEV