Sicurezza stradale: presentati i risultati del progetto Gins

autovelox 2' di lettura 31/01/2013 - Con il progetto “Gins” la Provincia, insieme al Comune di Ascoli Piceno, ha proseguito il suo incisivo impegno di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale coinvolgendo circa 60 studenti delle ultime classi dell'Istituto Tecnico Tecnologico “Enrico Fermi” in una esperienza positiva formativa teorica e pratica avviata con successo con l'iniziativa precedente: “GIMBUS – Scelgo Come Muovermi”, che ha visto Palazzo San Filippo come ente capofila.

I significativi risultati di "Gins" condotto dall’Amministrazione provinciale, attraverso il Servizio Trasporti, nell'ambito del partenariato con capofila la Provincia di Piacenza insieme alla Provincia di Verona ed al Comune di Ascoli Piceno, sono stati presentati oggi dal Presidente della Provincia Piero Celani, dall'Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Ascoli Massimiliano Brugni, dalla Dirigente Scolastica dell'ITT Patrizia Palanca e dal Dirigente del Servizio Ambiente e Trasporti della Provincia Giuseppe Serafini Erano anche presenti i docenti dell'Istituto che hanno coordinato le attività formative Maria Galanti e Gianfranco Simonetti insieme a una folta rappresentanza di studenti che si sono sempre dimostrati interessati, coinvolti ed entusiasti.

"Il percorso formativo utilizzato - ha spiegato la Prof.ssa Palanca - si è avvalso della modalità 'peer to peer' cioè una volta spiegate da esperti professionisti le buone prassi da tenere durante la guida dei veicoli fornendo anche nozioni di primo soccorso, saranno i ragazzi stessi a promuoverle tra i loro coetanei".

"Questo progetto è particolarmente importante ed innovativo - ha evidenziato il Presidente Celani - perché rende protagonisti attivi i giovani che diventano loro stessi testimonial di stili di vita sani e responsabili anche sulla strada. La Provincia dal 2010, insieme al Comune di Ascoli, vede finanziati a livello nazionale iniziative per i giovani sulla formazione, sulla sicurezza e l'ambiente all'insegna di una sinergia proficua che mette insieme istituzioni e mondo della scuola in esperienze e buone pratiche che vengono replicate con successo anche in altri territori. Proseguiremo - ha concluso Celani - questo impegno che non è un intervento spot ma costituisce un'azione mirata nell'ambito di una programmazione ampia ed articolata sulle politiche giovanili".

Il Dott. Serafini è entrato nei particolari tecnici dei vari seminari diretti "anche a far acquisire agli allievi una adeguata valutazione delle situazioni di pericolo e a produrre piena consapevolezza degli effetti causati dall’abuso di alcool e dall’uso di sostanze stupefacenti".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-01-2013 alle 01:19 sul giornale del 31 gennaio 2013 - 2577 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/IRv





logoEV
logoEV