Calcio: Petrucci azzecca i giusti centimetri quadrati ma il pareggio giunge al 87’

2' di lettura 04/12/2012 - Tra i padroni di casa del Pagliare ed i rivieraschi è stato un vero e proprio “derby”, dettato dal fattore che guardando l’intero girone immediatamente balzerebbe agli occhi di chiunque. Le due compagini sono infatti le uniche rappresentative della Provincia di Ascoli nell’intero torneo di Eccellenza Marche.

Per la prima, un campionato finora appagante e al di sopra dei pronostici mediatici, per la seconda un inizio remissivo che nell’ultimo mese è sfociato in vittorie e tante reti. Grottammare carico e motivato da due vincite consecutive e dalla (ri)scoperta di un apparato offensivo che conta ben undici reti tra la coppia d’oro Ludovisi-Rosa.

La squadra di De Amicis parte bene inanellando una serie di azioni d’attacco che pressano gli avversari con costanza e tecnicismi. La rete del vantaggio è però fortuita, con Rosa che trova il gol su punizione grazie ad un tiro beffardo che volando a mezz’altezza con precisione quasi chirurgica s’infila dentro tra la confusione totale in area. A seguito del vantaggio, atteggiamento più cautelativo dei bianco-celesti che comunque non disdegnano mai gli affondi sulle fasce e le conclusioni a rete appena ne giunge l’opportunità.

Per gli ospiti si profila una gara difficile fin dai primi falli non fischiati. Il Pagliare recrimina un arbitraggio che, allo stato dei fatti, è parso a molti decisamente clientelistico nei confronti degli ospiti. Un elemento che ha condizionato parecchio le prestazioni dei padroni di casa, che nonostante la scarica adrenalinica accumulata per il beffardo gol riescono a concretizzare poco, con fraseggi spesso sbagliati e inutili lanci lunghi. Nella ripresa appiattimento generale ma il protagonista resta sempre “l’uomo nero” ed il suo fischietto.

Il pareggio giunge al 87’, una sorpresa visto che il Pagliare si ritrovava anche in dieci causa espulsione di Crocetti. De Luca approfitta di un cross da cineteca di Merlonghi (ma anche di una brutta distrazione generale della difesa rivierasca) per insaccare il gol del 1-1. Al termine del match rissa sfiorata sugli spalti per la classica parola di troppo, ed un risultato che in fondo soddisfa entrambe le fazioni. Per i bianco-celesti una vittoria mancata ma al contempo la consapevolezza che finalmente qualcosa è cambiato, e da ora in avanti occorre approfittare del buon momento per accumulare risultati utili.

Di seguito il tabellino:

PAGLIARE-GROTTAMMARE: 1-1

PAGLIARE: Peroni, Ciotti (56′ Gibellieri), Merlonghi, Tedeschi, Filipponi, Alijevic, Bizzarri, Chiappini, De Luca, Crocetti, Langiotti. A disp: Camaioni, Gregori, Maranesi, Capriotti, Sciamanna, Tamburrini

Allenatore: Vagnoni

GROTTAMMARE: DI Nardo, Adamoli, Monaco (57′ Silvestri), Gaibo, Capriotti, Schicchi, Petrucci (55′ Marcatili), Simoni, Ludovisi, Nardini (87′ Calvaresi M.), Rosa. A disp: Pignotti, La Grassa, Frattali, Cameli

Allenatore: Giuseppe De Amicis

ARBITRO: Catani di Fermo (Lanese, Camela)

RETI: 10′ Rosa, 87′ De Luca

AMMONITI: 10′ Merlonghi, 40′ Chiappini, 52′ Petrucci, 67′ Alijevic, 78′ Marcatili

ESPULSI: 61′ Crocetti

ANGOLI: 3-1

RECUPERO: 2′+5′

SPETTATORI: 100 circa






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-12-2012 alle 00:45 sul giornale del 04 dicembre 2012 - 738 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, grottammare, Grottammare Calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/GPH





logoEV