SEI IN > VIVERE SAN BENEDETTO >

Santo Stefano, a Dicembre 16 ore di sciopero

1' di lettura 712

cgil
Parte la mobilitazione nazionale della Funzione Pubblica CGIL contro il nuovo contratto di lavoro della Sanità Privata ARIS - firmato solo da CISL e UIL - che prevede l’aumento dell’orario di lavoro da 36 a 38 ore, l’abbassamento della paga oraria ed una inaccettabile discriminazione tra vecchi e nuovi assunti.

Previste 16 ore di sciopero a Dicembre le cui date saranno decise nel coordinamento nazionale del prossimo 15 novembre. La FP CGIL, comunicando che la consultazione nazionale di tutti i lavoratori interessati ARIS ha ottenuto una bocciatura del CCNL, ha deciso l’inizio di una intensa campagna di mobilitazione tesa a contrastare il tentativo di abbassare il costo del lavoro ed i salari dei lavoratori.

Lo sciopero nelle Marche interesserà tutte le sedi del Santo Stefano da Ascoli/San Benedetto a Macerata Feltria, passando per Porto Potenza Picena e Villa Adria di Ancona e per tutti i centri di riabilitazione (CAR) della nostra regione. Le 16 ore di sciopero interesseranno, complessivamente, circa 800 lavoratori i quali protesteranno anche contro la decisione del Santo Stefano di applicare l’aumento dell’orario di lavoro ed il conseguente abbassamento della paga oraria a partire dal 1 gennaio 2013, decisione che è stata comunicata con lettera raccomandata alle organizzazioni sindacali ed inserita nelle buste paga di tutti i dipendenti Santo Stefano delle Marche.






Questo è un articolo pubblicato il 13-11-2012 alle 21:06 sul giornale del 14 novembre 2012 - 712 letture

In questo articolo si parla di cgil, sciopero, potenza picena, contratto, santo stefano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/F1L