Presentati gli Iat di Grottammare e Porto d’Ascoli

3' di lettura 11/07/2012 - Il Presidente della Provincia Piero Celani ha presentato mercoledì alla stampa gli uffici di accoglienza e promozione turistica di Grottammare e Porto d’Ascoli che sono stati recentemente rinnovati e riorganizzati per trasformarli in veri e propri strumenti di marketing turistico e biglietto da visita delle eccellenze locali.

Accanto al Presidente Celani, erano presenti il Vice Presidente Piunti, gli Assessori al Turismo Gabrielli, allo Sport Olivieri, al Lavoro Petrucci e il Consigliere provinciale Raffaele Rossi. Sono intervenuti anche il Sindaco di Grottammare Luigi Merli e quello di Cupra Marittima Domenico D’Annibali.

Con un investimento complessivo di circa 60 mila euro la Provincia ha compiuto un restyling dei locali dei punti Iat di Grottammare in P.zza Pericle Fazzini e di Porto d’Ascoli in Via Mare, nell’ambito di un progetto di valorizzazione di queste strutture per renderle attive, dinamiche, integrate con le altre realtà esistenti sul territorio e proporre al meglio il “prodotto turistico” a 360 gradi puntando con decisione sull’accoglienza verso i turisti considerati non come semplici “ospiti” ma come veri e propri invitati.

Eleganti e funzionali sono gli spazi interni degli Iat con gigantografie alle pareti di foto che mettono vicini magnifici scorci di Grottammare e San Benedetto con stupendi particolari di P.zza del Popolo di Ascoli ad indicare le straordinarie valenze del Piceno dalla costa, alle città d’arte fino all’entroterra. Presenti anche schermi Lcd per presentazioni multimediali, pc con collegamento internet per informazioni in tempo reale ed un servizio gratuito di bike sharing a disposizione dei turisti per giri in bici sul lungomare e nelle zone limitrofe.

Nei due uffici si alterneranno 5 operatori che sono stati formati nell’ambito di corsi di primo e secondo livello promossi dalla Provincia e rivolti alle Pro Loco, al personale dei Comuni, alle associazioni e agli operatori privati di B&B con lo scopo di formare figure professionali in grado di gestire più incisivamente l’attività turistica.

A spiegare la filosofia d’intervento delle strutture si è soffermato il Presidente Celani: “Gli Iat sono uno strumento operativo di attuazione di strategie di promozione e di veicolazione di proposte commerciali anche mediante eventi di animazione quali degustazioni, rassegne di prodotti tipici, folkclore, musica ed altre attività di intrattenimento. In questa prospettiva, si inizierà subito, dato che venerdì 13 il pubblico potrà gustare nei punti di Porto d’Ascoli (alle 19) e di Grottammare (alle 21) vini della cantine picene ed ascoltare davanti alla sede di P.zza Fazzini le note suggestive dell’ensamble musicale Renaissance Faire”.

Il Presidente ha anche elencato altre funzioni che caratterizzeranno gli uffici turistici “Gli Iat debbono costituire un’antenna per indirizzare le politiche capaci di catturare i flussi turistici rispondendo alle richieste e alle domande dei visitatori che sempre più hanno l’esigenza e l’aspettativa di vivere una esperienza di scoperta e di emozione dei luoghi dove soggiornano.

Non solo – ha aggiunto Celani – gli Iat devono trasformare i contatti che giornalmente ricevono in occasioni turistiche e rappresentare un momento di raccolta del feedback informativo. Essenziale – ha concluso il Presidente – anche il compito fornire un supporto ad iniziative non prettamente turistiche: mi riferisco, per esempio, agli eventi sportivi, ai grandi avvenimenti culturali ed artistici, ai convegni e ai congressi”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-07-2012 alle 18:33 sul giornale del 12 luglio 2012 - 583 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno, grottammare, Piero Celani, porto d'ascoli, uffici di promozione turistica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Bu2





logoEV
logoEV