Comuni marchigiani a confronto su IMU e patto di stabilità

1' di lettura 03/02/2012 - Venerdì mattina nella sala giunta del municipio di San Benedetto si è tenuto un incontro tra sindaci e assessori al bilancio dei comuni marchigiani per confrontarsi sull’imposta municipalizzata unica (IMU) e sul cosiddetto "patto di stabilità regionalizzato".

Molte le defezioni a causa delle neve. Erano presenti, oltre all'assessore al bilancio di San Benedetto Fabio Urbinati, i sindaci di Spinetoli Angelo Canala e di Cupra Marittima Domenico D’Annibali, gli assessori al bilancio di Ancona Andrea Biekar, di Porto Sant’Elpidio Monica Leoni, di Castel di Lama Tiziano Oddi, di Ascoli Piceno Valentino Tega, di Grottammare Alessandro Rocchi.

Gli amministratori si sono confrontati su come interpretare le norme sull'Imu al fine di far quadrare i bilanci, e si è deciso di chiedere alla Regione Marche la possibilità di intervenire sul patto di stabilità, attivando la Commissione consiliare bilancio presieduta dal consigliere Latini, e predisporre misure tali da liberare risorse, peraltro già disponibili, da destinare agli investimenti.

"Il patto, così com’è, non va perché presenta aspetti assurdi – ha commentato l’assessore al bilancio di San Benedetto Fabio Urbinati che ha coordinato i lavori. Le somme sono disponibili ma non possiamo utilizzarle proprio per gli assurdi vincoli del patto".






Questo è un articolo pubblicato il 03-02-2012 alle 16:08 sul giornale del 04 febbraio 2012 - 582 letture

In questo articolo si parla di politica, patto di stabilità, marco vitaloni, imu

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/uMg





logoEV
logoEV