Adottato il Piano Casa Comunale: aria di cambiamenti per la città di San Benedetto

comune di san benedetto 6' di lettura 28/09/2011 -

Approvato anche il piano particolareggiato che interessa l’hotel Miami. Via libera alla prenotazione di loculi cimiteriali per i residenti.



Circa tre ore di discussione sono state sufficienti al Consiglio comunale di San Benedetto del Tronto per approvare una serie di importanti delibere tra cui l’adozione definitiva del Piano Casa comunale, l’adeguamento del piano particolareggiato che permetterà il cambio di destinazione d’uso dell’hotel Miami di viale Europa da edificio turistico ricettivo ad edificio residenziale, le modifiche al regolamento comunale di polizia mortuaria, le modifiche allo schema convenzione che regola una zona commerciale di espansione del piano particolareggiato di zona San Giovanni, la convenzione che tra i comuni di Ripatransone e San Benedetto per la gestione comune della segreteria generale.

“Si tratta di un documento molto importante – ha affermato l’assessore all’Urbanistica Paolo Canducci in merito all’adozione definitiva del primo stralcio del progetto casa comunale – che conclude un iter iniziato dalla prima amministrazione Gaspari con l’adozione dello schema direttore nel 2007. Sono stati presentati dieci progetti e successivamente sono pervenute due osservazioni. Questa sera respingendo le osservazioni e adottando il piano casa si rilancerà un settore importante, risolvendo il problema della casa, aiutando le famiglie in difficoltà, migliorando le situazioni di degrado urbanistico, senza occupare nuovo suolo”.

Infatti con questa delibera i proprietari di edifici abbandonati o fatiscenti che hanno visto accolti i loro progetti, potranno riqualificare, anche con demolizione e ricostruzione, cedendo in cambio al Comune standard urbanistici di legge (verde e servizi già ultimati e quindi fruibili) ma anche il 15% della superficie in forma di alloggi di edilizia sociale. Oppure, in alternativa, possono impegnarsi a destinare il 30% della superficie alla realizzazione di alloggi da affittare a prezzo calmierato per 25 anni.

Via libera anche all’approvazione definitiva del piano particolareggiato per il cambio di destinazione d'uso, da edificio turistico ricettivo a residenziale, dell'hotel Miami di viale Europa. In questo caso era pervenuta un’unica osservazione da parte della Provincia di Ascoli che avanzava le obiezioni in merito alla validità della formulazione dell’art. 29 delle norme del Piano Regolatore.

“Attualmente si è ancora in attesa del pronunciamento del Tar – ha asserito Tassotti, come "portavoce" del gruppo consiliare del Pdl – reputiamo che l’iter burocratico di questo piano particolareggiato è inficiato da cause di nullità, tali da rendere nullo l’atto stesso e siamo certi che entro novembre, con il pronunciamento del Tar, verranno annullati tutti gli atti pregressi”.

E’ stata approvata anche la modifica allo schema di convenzione che regola una zona commerciale di espansione del piano particolareggiato della zona commerciale di San Giovanni, resasi necessaria perché la zona è soggetta a rischio di esondazione idrogeologica. Il punto è stato approvato come emendato su proposta del sindaco Gaspari che specifica meglio alcuni aspetti dell’accordo tra Comune e lottizzante. Il Consiglio ha anche deciso di apportare modifiche al Regolamento comunale di Polizia mortuaria. Questo atto consentirà ai residenti a San Benedetto del Tronto, a coloro che abbiano avuto la residenza ininterrotta in città per almeno 25 anni, a coloro che vi sono nati, ai coniugi dei defunti deceduti nel territorio comunale e sepolti nel civico cimitero, di prenotare loculi singoli per 20 anni decorrenti dalla data del decesso.

Molto dibattuto il punto inerente la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e la verifica degli equilibri di bilancio. Sia dalla maggioranza, sia dall’opposizione si è richiesta molta attenzione e rigore da parte dell’assessore al bilancio Fabio Urbinati nella gestione dei tagli, in particolare nel settore del sociale, in vista dell’approvazione del bilancio di previsione entro il 31 dicembre 2011.

Dalla relazione di Urbinati si evince che, a monte di minori entrate (250.000 euro per l’ICI, - 95.000 mila euro di imposta comunale sulla pubblicità, - 20.000 mila euro della tassa occupazione spazi ed aree pubbliche, - 250.000 mila euro da trasferimenti dello Stato, - 94.300 euro derivante dalla flessione degli introiti relativi ai diritti del Mercato Ittico all’ingrosso e servizi connessi, -156.000 euro della legge regionale fondo unico per i servizi socio - assistenziali):

- ci sono minori spese rispetto a quelle preventivate per 730 mila euro e maggiori per 293.000 euro;
- si prevedono maggiori entrate da addizionale comunale IRPEF (+ 270.000 euro), diritti di segreteria urbanistica (+40.000), diritti di cremazione (+50.000 euro in più), dai proventi dalle sanzioni al Codice della Strada degli anni precedenti (+150.000 euro) dai rimborsi da parte delle Direzioni didattiche del servizio mensa utilizzato dal personale scolastico, stimato, sulla base del trend storico consolidatosi negli anni precedenti, sui 22.000 mila euro;
- si prevedono investimenti che porteranno nelle casse del Comune 366.000 euro di fondi comunitari per l'ammodernamento del Mercato Ittico e di 1.680.000 euro, provenienti dalla prenotazione dei loculi che sarà possibile effettuare con le modifiche del regolamento prima descritte, da destinare all'ampliamento del cimitero.

“Una voce molto importante – ha asserito Urbinati – sarà quella che permetterà per l’anno scolastico 2011/2012 di garantire l’esenzione del pagamento dei buoni pasto per usufruire delle mense scolastiche alle famiglie con reddito ISEE fino a 7.000 euro, grazie ad una minore spesa registrata sull’appalto per il servizio di trasporto scolastico”.

Anche il sindaco Gaspari è voluto intervenire in merito al punto sul bilancio annunciando che nei prossimi mesi l’Amministrazione comunale porterà avanti un percorso partecipato che coinvolgerà i comitati di quartiere e i cittadini per amministrare un bilancio rigorosissimo che non permetterà sbavature, visti i numerosi tagli derivanti dallo Stato centrale, ma comporterà la necessità di fare scelte che tutelino le fasce più deboli della popolazione. Al termine l’assise ha approvato la convenzione tra i comuni di Ripatransone e San Benedetto per la gestione comune della segreteria generale.

Una convenzione che vedrà operare fino al 30 luglio 2012 la dr.ssa Fiorella Pierbattista per 27 ore settimanali a San Benedetto e per 9 ore a Ripatransone, con corrispondente suddivisione dell'importo della retribuzione tra i due enti. In chiusura Alessandro Zocchi ha comunicato la scelta di non accettare la riconferma a presidente del Consorzio Turistico “Riviera delle Palme” per continuare a svolgere il ruolo di consigliere comunale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-09-2011 alle 17:20 sul giornale del 29 settembre 2011 - 530 letture

In questo articolo si parla di attualità, san benedetto del tronto, Comune di San Benedetto del Tronto, comune di san benedetto, piano casa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/pP1